Salta al contenuto principale

Animal Spirit

animalspirit

Sandro è in taxi quando gli squilla il telefono. Legge il nome di Emilia e si stupisce, perché di solito lei a quell’ora prepara la cena per la famiglia. Quello che lei gli dice cambierà tutto: suo marito è morto improvvisamente. Un malore mentre guidava, dicono. Lui sta andando al MAXXI perché la moglie Ottavia è un’esperta di arte contemporanea e le capita spesso di presenziare a mostre di cui a Sandro non importa nulla. La morte del marito di Emilia è qualcosa su cui ha fantasticato parecchio da quando si erano innamorati un anno prima, ma adesso che è successo davvero si sente paralizzato… Puglia. Estate 1988. Ada sta facendo l’autostop sul ciglio della strada e viene aiutata da Andor, che si ferma con la sua station wagon. Lei ha appena vent’anni e l’aria disinteressata. Lui invece ha passato i quaranta, ma i vestiti che indossa, insieme ai capelli tinti, lo fanno sembrare ancora più vecchio. La ragazza gli chiede se può portarla a casa dai genitori, che non vede da molto tempo. Loro l’hanno ripudiata a causa del suo passato con la droga, così lei è partita in giro con gli amici per l’Europa. È appena tornata dalla Grecia. Qualche giorno dopo, Andor si ripresenta a casa sua e le propone un lavoro… Sono più di venticinque anni che Julian Johnson non torna a Roma. Ci ha vissuto da piccolo, per via del lavoro del padre, ma dopo quello che è successo tutta la famiglia è tornata negli Stati Uniti. È a Roma per partecipare ai casting del film che dirigerà… Valeria è un’attrice di quarant’anni, l’unica chiamata per un secondo provino. L’idea di conoscere e lavorare con Julian Johnson la eccita. Una volta davanti lui rimane sorpresa dalla sua capacità di metterla a proprio agio e, tra un complimento e l’altro, scoprono che il loro passato è unito dallo stesso evento doloroso che ha cambiato entrambe le loro vite. Lei è quella Valeria…

Scritto in inglese, e poi tradotto dalla stessa autrice in italiano, Animal Spirit raccoglie sei racconti che sono prima di tutto storie di donne selvagge e vulnerabili, donne spezzate e resilienti. Ogni racconto ci catapulta in panorami diversi: da Roma, al Kenya, dal New Mexico alla Grecia e ogni storia è uno spaccato su una vita diversa, ma alla fine ognuna delle protagoniste sviluppa un legame primordiale e selvaggio con un animale. In alcuni casi il rapporto con l’elemento bestiale è salvifico e carnale, in altri casi è uno scontro necessario, una guerra ad armi impari, come nel caso della scrittrice americana che si trasferisce a Roma e si trova a lottare con i gabbiani; altre volte è rivelatore di verità. La raccolta di racconti della Marciano sembra nascere dall’urgenza di raccontare sia l’aspetto più selvaggio dell’essere umano che la connessione con il mondo animale, stimolando una riflessione sul tema della libertà e dei limiti dell’uomo, ma anche sul rapporto con gli elementi della natura che risvegliano i nostri istinti più primordiali. La grande capacità dell’autrice di trasmettere in modo nitido e preciso sensazioni ed emozioni deriva dalla sua esperienza come sceneggiatrice cinematografica, esperienza che le è valsa anche un David di Donatello nel 1992 per il film Maledetto il giorno in cui t’ho incontrato, di Carlo Verdone. Animal Spirit rivela un aspetto intimo e recondito dell’animo umano, quello delle connessioni e degli affetti che durano anche quando sembrano finiti, anche quando ci sono oceani in mezzo, anche quando tutto sembra perduto. E gli animali sono quello strumento di connessione non solo con la natura, ma con lo spirito dell’universo intero, sono il tramite delle relazioni, sono motivo di analisi introspettiva dei personaggi, che imparano a conoscersi, a interrogarsi e a lasciarsi il passato alle spalle, perdonandosi e perdonando, accettando il loro destino o scegliendone uno nuovo.