Salta al contenuto principale

La strategia del colibrì

La strategia del colibrì
Una favola africana racconta... Quando un enorme incendio sta distruggendo la foresta, la sua casa, il colibrì si arma di coraggio e inizia a fare la spola tra l'incendio e il mare trasportando di volta in volta una piccolissima goccia d'acqua. Non spera di riuscire a estinguere il fuoco, fa solo la sua parte. La strategia del colibrì, quindi, è quella di dare il suo contributo a prescindere dall'esito. Colibrì è, quindi, colui che fa la raccolta differenziata anche quando tutti intorno a lui dicono che è inutile perché tanto poi i rifiuti alla fine tornano insieme. Colibrì è colei che utilizza con parsimonia l'acqua anche quando tutti intorno a lei le ricordano che è inutile, che i veri sprechi sono altrove.
Di manuali, enciclopedie, saggi, miniguide sul binomio crisi economica ed ecologismo, c'è una tale iper-produzione che quasi ci si perde. E di “permacultura”, “car sharing”, “decrescita” ti può capitare di sentir parlare in metro, al banco del vignaiolo del mercato rionale. Perché di fatto il Nuovo Ecologismo recupera sapienze e tradizioni antiche e le inserisce nel corpo (martoriato) delle conoscenze tecno-scientifiche del ventunesimo secolo, agghindate da filosofie olisticheggianti e neologismi da intellighenzia green-radical-chic. Eppure si continua a insistere sul risparmio energetico, la raccolta differenziata, gli orti urbani, il consumo consapevole, l'alimentazione veg. Sicuramente è il latest trend. Ma forse ci sta che non abbiamo ancora imparato? Forse, anche. Questo manuale del giovane eco-attivista è una vera e propria rassegna su tutti, ma proprio tutti, gli aspetti dell'ecologismo e dell'ecologia, dalla A alla Z. Una rassegna sintetica quanto basta, asciutta ed esaustiva, in cui non mancano, per fortuna, esempi di best practice e web-film-bibliografia a puntuale corredo di ogni tema trattato. Ci sono molti spunti di approfondimento ben referenziati che lasciano snello il testo della trattazione vera e propria. Alessandro Pilo, dal suo zaino di eco-attivista internazionale, tira fuori pure delle diapositive di gestioni virtuose, individuali e locali, da tutto il mondo, anche dagli angoli più appartati delle super-realtà consumistiche. Perché, da ogni angolo, può sempre uscir fuori un colibrì. E se i colibrì sono davvero numerosi, hanno la forza di mille elefanti...