Non arrenderti!

Non arrenderti!

Questa è la storia di Ela e del suo melo. A Ela non piaceva la scuola, troppe lettere e parole difficili da imparare seduti sui banchi di scuola per così tante ore. Ma come facevano i suoi compagni a stare lì e a non voler scappare via? Per Ela era molto più bello arrampicarsi in alto e stare seduta sull’albero del suo giardino per spaziare con lo sguardo fino all’orizzonte… Ma un giorno un ramo decise di giocarle un brutto scherzo, si ruppe all’improvviso ed Ela cadde a terra con le costole e un braccio rotto. Le sue gambe poi dovevano addirittura essere operate! Che bella notizia per Ela, tanti mesi senza scuola. Dopo i primi tempi di felicità a casa lontana da scuola iniziarono a comparire però la noia e il malumore. Tutti quegli esercizi poi che avrebbe dovuto fare ogni giorno per tornare a camminare a cosa dovevano servire? Tanta fatica da ripetere così tante volte per cosa, per tornare a scuola? Ela non ci pensava proprio! Giorno dopo giorno col passare delle settimane Ela iniziò così a sentirsi sempre più sola e anche molto triste senza nessuno da vedere. Che rabbia, tutto per colpa di quel melo, potesse cadere per terra anche lui e spezzarsi tutto come era successo a lei! Quando una notte poi il melo cadde sotto il peso della neve… poteva forse essere stata lei, pensò Ela, a causare questo? Per farsi perdonare, in primavera Ela con la sua sedia a rotelle iniziò ad andare ogni giorno in giardino e a ricoprire con un po’ di terra raccolta dalle aiuole le radici scoperte dell’albero, alzandosi piegandosi e reggendosi alla sua sedia tante e tante volte… e quando lei era ormai riuscita a reggersi in piedi da sola anche qualche germoglio in fiore iniziò a comparire tra i rami! Ela si rese conto allora che come il melo non si era arreso forse anche lei avrebbe potuto ispirarsi alla forza vitale del suo amico e tornare a scuola per mettersi in pari con l’aiuto di suoi amici…

Con la motivazione si raggiungono tanti bei risultati e si scoprono tutte quelle risorse che possediamo e che invece non vediamo quando ci lasciamo scoraggiare. L’albo delle due autrici turche, Tülin Kozikoglu per i testi e Huban Korman per le illustrazioni, esce nel catalogo Caissa Italia per i lettori più piccolini alle prese con le prime difficoltà nell’apprendere e con uno spontaneo rifiuto della scuola. La copertina dell’albo è riutilizzabile perché all’interno riporta una tabella colorata con disegni che può essere appesa e personalizzata con i momenti speciali che ogni bambino mese per mese vuole annotare e ricordare per sé. L’impegno porta lontano, questo racconta la storia di evitamento e di dedizione di Ela. Non bisogna lasciarsi scoraggiare mai e ogni bambino può farsi coraggio nelle piccole grandi sfide che si trova ad affrontare.



0

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER