Senti, fratellino

La mamma è cambiata, da qualche mese è diventata una mamma a dondolo: “cammina lenta e oscilla, come fosse un pendolo”. Nella pancia sta crescendo un bambino, chissà come ci è finito lì dentro. L’avrà portato la fata dei denti? Oppure un uccellino? C’è forse un tappo nell’ombelico? Lì dentro qualcuno si muove quando una mano vi si posa. Sono tante le domande che la piccola protagonista di questa storia si pone, curiosità a cui non riesce a dare una risposta, ma un dubbio in particolare la preoccupa, soprattutto quando arriva la sera: la paura che, una volta arrivato il fratellino, per lei non ci sarà più spazio in casa e nel cuore dei genitori. Per fortuna un abbraccio la rassicura: “i papà e le mamme il cuore hanno diverso: fa spazio a ogni bambino, somiglia all’universo”. Parole dolci e immense che sciolgono i timori e le preoccupazioni della bambina che allora si sente pronta ad affrontare un cambiamento difficile ma che sicuramente porterà felicità…

Essere figli unici significa ricevere tutto l’amore dei genitori e le loro attenzioni; l’arrivo di un fratellino o di una sorellina stravolge all’improvviso la loro vita perché devono imparare a condividere ciò che amano e che hanno e soprattutto imparare a capire che un nuovo arrivato non rappresenta una minaccia, ma un amico prezioso che arricchirà la sua vita. Diventare maggiore è come alzarsi di grado: raddoppia l’amore, nasce la responsabilità di prendersi cura di qualcuno, si capisce l’importanza della condivisione e si instaura con il nuovo arrivato un legame speciale. Questo cambiamento però comporta un percorso emotivo che non è sempre immediato: ci vuole tempo per metabolizzare un evento così importante, ma sarà un regalo che durerà per sempre. Un testo in rima e in stampatello maiuscolo raccontato dal punto di vista della bambina che con allegria e curiosità descrive le sue aspettative e le sue emozioni, ma anche le paure indotte da quello che sta accadendo alla sua famiglia. Poche parole ma ben calibrate che riescono a esprimere il pensiero della bambina, una lettura da fare a voce alta, come una dolce poesia. Le colorate illustrazioni di Ilaria Orzali arricchiscono il testo e descrivono con ironia i pensieri della piccola protagonista. Oltre che scrittrice per adulti e ragazzi, Sara Ortenzi si occupa anche di pedagogia e didattica, mentre Ilaria Orzali, romana, si è specializzata presso la scuola di illustrazione Officina B5 e collabora con diverse associazioni.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER