Vicky il Vichingo - Un orribile mostro

Vicky il Vichingo - Un orribile mostro
Nel villaggio di Flake si sta festeggiando il bottino dell’ultima impresa: trecento monete d’oro e quindici chili di pietre preziose, un vero tesoro! La gioia di tutti è però turbata dall’arrivo di Hans, l’esattore delle tasse mandato dal malvagio re Erik a reclamare metà delle ricchezze degli abitanti. In realtà poi Hans, uomo avido ed ingordo, intende tenersi tutto per sé. I vichinghi arrabbiati non hanno intenzione di rinunciare alle loro ricchezze, così decidono di nascondere il loro tesoro… ma quale nascondiglio sarà abbastanza sicuro? Sarà Vicki, ancora una volta, a farsi venire una delle sue idee geniali e ad escogitare un piano per mettere in salvo il bottino. Il ragazzo infatti, figlio del capo del villaggio, è vivace e curioso e cerca di risolvere i problemi con l’intelligenza invece che con la forza. Riesce sempre a tirarsi fuori dai guai e ad aiutare gli amici grazie al suo brillante ingegno: si strofina il naso, schiocca le dita ed esclama: “Idea!”. Come riuscirà a fare anche questa volta, complice una grotta profonda e scura, la cugina Ylvi sua compagna di avventure ed un (finto) orribile mostro, più spaventoso di un drago a sette teste.

Vicky il vichingo, ragazzino di dieci anni ingegnoso e simpatico, protagonista di una serie di libri per bambini dello scrittore svedese Runer Jonsson e di una nota serie d’animazione degli anni Settanta, è approdato al cinema negli ultimi anni anche da noi con una trasposizione live-action dedicata espressamente al pubblico dei più piccoli. Il libro racconta un episodio della storia di Vicky, vichingo che non ama la violenza e che vive nel villaggio di Flake, con la madre Ylva ed il padre Halvar. Una storia di avventura e di amicizia le cui immagini sono chiaramente tratte dal film: la plasticità e l'ambientazione ricordano immediatamente le immagini 3D. Il difetto di questo libro (e di tutti quelli che appartengono ad una stessa serie) è che troppe cose, ad un certo punto, vengono date per scontate. Nonostante i personaggi principali siano presentati all’inizio del libro, la storia è lacunosa proprio nella loro descrizione, e anche dei luoghi e delle vicende. Si capisce che la vicenda narrata in questo libro parte da un episodio precedente e il bambino potrebbe faticare ad entrare nel racconto. Troppi personaggi presentati tutti insieme rischiano di creare confusione nel lettore.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER