Salta al contenuto principale

Comizi d’amore

Comizi d’amore
Una raccolta divisa per temi (il tempo, la sessualità, l'energia, la questione meridionale tra gli altri) di comizi elettorali, interventi a congressi e convegni, brani tratti da interviste televisive, radiofoniche, sul Web o sulla carta stampata, post di blog che illustrano il pensiero (politico e non) di Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, leader di “Sinistra Ecologia e Libertà” e partecipante alle (eventuali) primarie per la scelta del candidato premier del centrosinistra (con o senza trattino fate voi) alle prossime elezioni. Si parte dal mitico intervento al convegno di Napoli della FGCI del 1985 per arrivare alla fine del 2010: 25 anni di parole, idee, proposte, polemiche, atti concreti...
Non importa che il cuore batta a destra o sinistra: non si può negare che l'unica vera novità del panorama politico italiano degli ultimi mesi/anni sia rappresentata da Nichi Vendola, figura capace di incarnare la tradizione culturale italiana (il cattocomunismo meridionale, la ricerca tenace del radicamento popolare – la “connessione sentimentale” di cui parlava Gramsci) e l'innovazione (l'omosessualità dichiarata, il look, l'utilizzo costante di Internet come mezzo comunicazionale), la cultura di governo (i suoi due mandati come Presidente della Regione Puglia ottenuti contro tutte le previsioni e condotti con una crescita di consensi costante) e quella di opposizione (il posizionamento del suo movimento “Sinistra Ecologia e Libertà” all'estrema sinistra, la convivenza felice e un po' 'eretica' di massimalismo e riformismo nelle sue posizioni. Questa compilation di comizi e dichiarazioni – raccolta paradigmaticamente sotto un titolo che è una citazione pasoliniana - è uno specchio fedele del pensiero vendoliano, del suo approccio alla vita e alla politica, dell'afflato spirituale che lo rende così moderno (impossibile non pensare a Barack Obama leggendo alcuni passaggi). Quanto al lungo e avvincente scritto introduttivo di Luca Telese, giornalista de Il Fatto Quotidiano e conduttore del talk-show politico Tetris, che ripercorre la vita e la carriera di Vendola pescando anche da ricordi personali e battaglie giovanili comuni, sarebbe lettura ben più piacevole se non fosse funestato da una pioggia di refusi davvero imbarazzante, quasi fosse stato mandato in stampa in fretta e furia, senza nessun lavoro di editing. In appendice, divertente e utile il 'vendolario' di Alessandra Di Dio.

Leggi l'intervista a Nichi Vendola