Salta al contenuto principale

Esserci ancora

Esserci ancora

Wu Dongxing è tornato da Jingmen. Zhou Yu, la moglie, stenta a crederci. In un attimo sente il proprio territorio, la sua casa, invasa da un estraneo, il cuore comincia a batterle forte. Ha impiegato quasi dieci anni per capire e metabolizzare il fatto che lei non sopporta il marito, non lo ha mai sopportato e riesce a vivere con una certa piacevolezza solo quando lui è lontano per lavoro -cosa che, fortunatamente, accade spesso. In effetti, già il giorno seguente al loro matrimonio combinato i due hanno cominciato a dormire sotto coperte diverse, per volontà di Zhou Yu che non sopporta il respiro del suo compagno. Wu Dongxing beve parecchio, pretende che lei si comporti da moglie; lei non fa che tremare e pensare ad Akà, il conduttore radiofonico locale che la intrattiene tutti i giorni con la sua trasmissione Canzoni al tramonto… Ai Lan ha ventotto anni e appena ottenuto la promozione al lavoro che tanto bramava. I genitori, Ai Jia e Chen Yu, non possono che esserne felici anche se sono da un po’ di tempo preoccupati per la leggera tosse che la figlia si porta avanti da troppi giorni. Ai Lan non ci fa caso, accetta di sottoporsi ad un controllo per tranquillizzarli ma non può negare che è un periodo in cui tutto sembra andare per il verso giusto, non solo in ambito lavorativo: ha conosciuto da poco un ragazzo più giovane di lei di tre anni, Hao Sen, vicedirettore di un’azienda ubicata nello stesso palazzo dove lavora lei; il loro incontro sembra essere scritto nel destino e lei comincia a pensare che forse un bravo ragazzo come lui potrebbe farle bene...

Nella vita di Yu Xiuhua esiste un “prima” e un “dopo”. Nata in un piccolo villaggio rurale della Cina centrale l’autrice diventata improvvisamente famosa a cavallo tra il 2014 e il 2015 con la poesia Ho attraversato mezza Cina per dormire con te, non trascorre certo un’infanzia facile. La madre ha avuto un parto complicato e la futura poetessa si ritrova fin da subito a convivere con difficoltà motorie e cognitive che le rendono alquanto difficile sia il lavoro nei campi a sostegno dei genitori sia la carriera scolastica che interrompe, infatti, anticipatamente. La madre cerca, con le migliori intenzioni (?) di sistemarla attraverso un matrimonio combinato ma tra i novelli coniugi non si crea alcuna sintonia e l’unica consolazione per la giovane è il fatto che il marito lavori spesso lontano da casa. In tutto questo Yu Xiuhua trova la sua ragione di vita: la scrittura. Scrive poesie, sull’amore soprattutto, anche se non lo conosce ancora. Posta i suoi componimenti sui social, utilizza un piccolo pc che tiene in camera e piano piano il suo lavoro comincia ad essere notato, apprezzato, divulgato e, infine, pubblicato. Yu Xiuhua diventa un piccolo caso editoriale: su di lei viene realizzato un documentario (Still Tomorrow), le sue poesie e i suoi racconti ormai sono letti ovunque. Sulla sua figura si è tanto scritto e detto, forse anche troppo. Io credo che in questo suo “dopo”, l’unica cosa che possiamo fare sia leggere le sue opere. I due racconti che compongono Esserci ancora, pur essendo indipendenti fra loro, si assomigliano per struttura: entrambi hanno come protagonista una donna alla ricerca dell’amore ed emanano un’energia sofferta e potente. Una scrittura che riesce, specie in certi passaggi, a trovare un equilibrio tra la descrizione di azioni molto terrene, grezze e la comprensione di sentimenti ariosi e delicati, quasi inafferrabili.