Salta al contenuto principale

Farrokh Bulsara che divenne Freddie Mercury

farrokhbulsarachedivennefreddiemercury

Costretta a fuggire da Zanzibar a causa dei violenti tumulti politici, l’agiata famiglia Bulsara si trasferisce a Feltham, nella periferia occidentale di Londra, dove conduce una vita modesta. Il ventenne Forrokh, anche conosciuto come Freddie, e sua sorella minore Kash si ritrovano così a vivere la propria gioventù in un’Inghilterra alle prese con il fermento culturale dei tardi Anni ’60. Freddie, che studia arte e design ed è stregato dalla leggendaria presenza scenica di Jimi Hendrix, lotta con tutte le forze per trovare il suo posto nella vivacissima scena musicale cittadina. Nonostante le opportunità per esibirsi dal vivo non manchino, le sue perfomance con la band degli Ibex non catturano particolari attenzioni. Le cose vanno molto meglio agli amici Brian, Roger e Tim che, con i loro Smile, cominciano a riscuotere un minimo di successo. Dopo lo scioglimento degli Ibex, Freddie cerca di convincere i tre amici a dargli un posto negli Smile, anche come semplice corista, ma con scarso successo. Il destino presto esigerà dei cambiamenti: Tim decide di lasciare gli Smile e, soprattutto, Freddie incontrerà la giovane commessa Mary…

È davvero difficile pensare di poter inserire un nuovo tassello che risulti originale nello sterminato mosaico della bibliografia dedicata ai Queen e a Freddie Mercury. Consapevole di ciò, Antonio Universi si è avventurato lungo un sentiero sicuramente meno battuto: quello del romanzo biografico. Se non si può, quindi, attirare l’attenzione di un fandom esigente e già sovraccarico di volumi considerati fondamentali, si può di certo stuzzicarlo raccontando una storia che non perde mai di fascino. L’autore pugliese, attraverso un’ottima conoscenza dei fatti e uno stile di scrittura elegante, ripercorre la prima fase della carriera di Freddie Mercury ponendo una grande cura nella caratterizzazione dei personaggi e nella costruzione dei dialoghi. In qualche maniera, si potrebbe dire che il libro di Universi raddrizzi il tiro del film Bohemian Rhapsody del 2018 che, nella compressione cinematografica delle due ore, si concedeva molte licenze non sempre gradite dai puristi. Al di là dei gusti musicali e dell’interesse verso il personaggio, Farrokh Bulsara che divenne Freddie Mercury può essere apprezzato da ogni tipo di lettore perché le grandi storie, quando ben raccontate, sono sempre in grado di emozionare chiunque.