Ritorno a Brooklyn

Ritorno a Brooklyn

La famiglia è tutto, e Bob lo sa bene. La famiglia è tutto, soprattutto se il tuo cognome è Saetta e tuo fratello Paul è l’incontrastato re della malavita organizzata di Brooklyn. Bob è il braccio armato di Paul, colui che con spietata precisione rende possibile il raggiungimento di ogni obiettivo del clan. Fino a quando non capita qualcosa di terribilmente imprevedibile, capace di mandare in corto circuito persino un killer determinato come Bob. Uno spaventoso segreto porta, infatti, il gangster a consegnarsi alla polizia di New York, deciso a vendere suo fratello Paul. Ma si sa: a Brooklyn le informazioni girano veloci e niente sfugge ai Saetta. Paul fa la sua mossa e, per assicurarsi il silenzio del traditore, ne sequestra moglie e figlio. Un weekend: tutto ciò che chiede Bob agli sbirri e alla FBI. Poco più di quarantotto ore di libertà per scatenare la sua guerra fratricida e per salvare le vite della sua vera famiglia, quella che Bob ha sempre voluto proteggere da tutta questa merda. Piedipiatti e federali si sfregano le mani all’idea di incastrare Paul Saetta, ma il rischio è estremo: meglio accontentarsi del numero due o meglio puntare in alto, magari a encomi e promozioni? E così, la missione di Bob diventa un tiro ai dadi per tutti... o sette, o morte. Ma Brooklyn ha occhi e orecchie ovunque; non sarà facile trovare aiuto e solo il cielo sa quanto ne serva anche a un macellaio esperto come Bob. Forse però, da questa parte dell’Hudson, qualcuno di fidato c’è ancora, qualcuno che si può definire amico...

A più di dieci anni dalla prima pubblicazione italiana (Back to Brooklyn, 2009, edito da Magic Press), Saldapress rispolvera questo piccolo grande gioiello che arricchisce i curricula di due superstar del fumetto americano ed europeo. Entrambi autori di alcuni tra i maggiori successi editoriali planetari di sempre, acclamati da pubblico e critica, Ennis e Palmiotti trovano in Ritorno a Brooklyn una libertà espressiva che la serialità delle testate mainstream, in qualche modo, dilata e diluisce. Nato dall’esperienza di vita di Jimmy Palmiotti, maturata in uno dei più popolari boroughs di New York, il graphic novel è una sintesi di storie sussurrate, che arrivano alle orecchie di padri e madri il cui compito è cercare di proteggere il destino dei propri figli dal pericolo (e dal fascino perverso) degli “uomini neri” della malavita italo-americana. Un’avventura frenetica che mette in fila situazioni che farebbero impallidire i più feroci affiliati dei Soprano e dei Corleone, immortalate dall’eccezionale comparto grafico di Mihailo Vukelic. Ritorno a Brooklyn non risparmia al lettore nessuna truculenza, ma come in altri precedenti lavori – soprattutto di Ennis – non una goccia di sangue è fine a sé stessa. La storia di Bob Saetta è una parabola di redenzione e di sacrificio, una celebrazione di quel bene che può annidarsi in ogni anima, anche in quella più persa e nera, capace di spezzare perfino i legami di sangue più sacri. Come Billy Butcher di The Boys e Jesse Custer di Preacher (tra i più celebri lavori di Ennis, portati di recente in TV da Amazon Prime video), anche Bob Saetta è un uomo a suo modo giusto, segnato suo malgrado da un destino maledetto. Tuttavia, sarà quello stesso destino che lo metterà ancora alla prova, per condurlo nel verde giardino dei giusti, anche se con le mani grondanti di sangue.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER