Salta al contenuto principale

Giulia Caminito, è Campiello 2021

Cinquantanovesima edizione per il premio Campiello, concorso di narrativa italiana contemporanea organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto assegnato quest’anno nell’inusuale cornice dell’Arsenale di Venezia: vince Giulia Caminito. La Caminito ha ottenuto 99 voti su 270 votanti (30 membri della Giuria dei Lettori - 300 persone in totale, presiedute da Walter Veltroni - non hanno espresso preferenze). Secondo classificato con 80 voti Paolo Malaguti, seguito da Paolo Nori (37 voti), Carmen Pellegrino (36 voti) e da Andrea Bajani che ha ottenuto solo 18 voti. Ecco la classifica finale:

Giulia Caminito - “L’acqua del lago non è mai dolce
Paolo Malaguti - “Se l’acqua ride
Paolo Nori - “Sanguina ancora
Carmen Pellegrino - “La felicità degli altri
Andrea Bajani - “Il libro delle case

Emozionatissima, Giulia Caminito ha dichiarato: “Grazie a tutti quelli che hanno lavorato con me, alla mia famiglia, ai miei lettori. Dedico il premio alle donne e alla loro possibilità di leggere e scrivere in qualsiasi parte del mondo”. La finale, condotta da Andrea Delogu, si è aperta con i saluti del presidente de La Fondazione Il Campiello Enrico Carraro che ha ricordato Daniele Del Giudice, lo scrittore recentemente scomparso al quale è stato riconosciuto quest’anno il Premio alla carriera, a lui è stata dedicata la serata. La Giuria dei Trecento Lettori Anonimi della 59^ edizione del Premio Campiello era così composta: 57% donne e 43% uomini; 20 casalinghe, 45 imprenditori, 100 lavoratori dipendenti, 85 liberi professionisti e rappresentanti istituzionali, 30 pensionati, 20 studenti.