Salta al contenuto principale

I 5 mostri più spaventosi della Letteratura

Articolo di

Si nascondono negli armadi e sotto i letti e azzannano i piedi lasciati fuori dal lenzuolo, abitano gli incubi dei più piccoli (ma non solo): i mostri da sempre solleticano l’immaginario collettivo e popolano le arti già a partire da tempi molto antichi della storia dell’umanità. Ma quali sono i mostri più spaventosi della letteratura? Scopriamone insieme cinque.




1.Prosciugano la felicità dalle loro vittime attraverso un “bacio” che lascia il malcapitato come un guscio vuoto privo di qualsiasi sentimento. Non distinguono i buoni dai cattivi, poiché sono ciechi, ma si orientano attratti dalle emozioni. Li troviamo in una serie famosissima e li incontriamo qui per la prima volta.

2. Enorme drago color rosso oro, ricoperto di gemme e scaglie d’oro e di ferro. La sua pelle è indistruttibile, tranne per un piccolissimo punto nascosto in cui, invece, è vulnerabile. Molto intelligente, incarnazione di peccato, superbia e avarizia.

3. Abominevole semidio alieno insediato sulla Terra agli albori della vita terrestre. La testa simile a quella di un polpo, con una bocca che si apre su tre denti acuminati, su una figura antropomorfa. Attraverso la pelle elastica e trasparente si vede l’interno del corpo, ed emana un odore putrido e pestilenziale.

4. Forza malvagia che avanza velocemente, distruggendo il mondo di un regno lontano, la cui regina è malata e deve essere guarita, affinché il regno possa sopravvivere e ritrovare il suo originario splendore.

5. Ha un nome simpatico, ma si tratta di una creatura misteriosa e bestiale che incute terrore in diverse storie dello stesso autore: qui il protagonista ne racconta alcune vicende per spaventare i bambini.



Escludi Ads Google