Salta al contenuto principale

Il potere di Arishat

Il potere di Arishat

Sam non c’è più, l’Angelo della Morte Samael ha preso il sopravvento su di lui e come non bastasse la Medium S.p.A lo controlla attraverso uno strano collare. Pam non riesce a crederci non può essere vero, Eugenio è morto e il suo Sam si è sacrificato per salvarla. Gavri’el non ha potuto fare niente, il padre che Sam non ha mai conosciuto sembra arrendersi all’evidenza ma lei no, Pandora è pur sempre l’ultima reincarnazione di Arishat, la più potente Apriporta, deve solo credere in sé stessa e trovare il vero potere. Mentre abbraccia teneramente Mara di fronte alla bara di Eugenio, Pam cerca disperatamente una soluzione: che sia Vanessa a poterla aiutare? La misteriosa leader delle Funambole conosce un antico segreto: un potere millenario si nasconde in un antico bracciale che apparteneva ad Arishat, dono di colui che più di tutti l’aveva amata, forse è l’unica speranza per sconfiggere gli Angeli e salvare Sam, ma nessuno sa dove sia nascosto…

Tra presente e passato i destini di Pandora e Arishat si intrecciano diventando un tutt’uno e, nel rapido fluire del tempo e delle parole, ogni domanda trova una risposta. Un amore proibito e mai sopito per colui che rappresenta il male assoluto sopravvive nella giovane Pam, ma come ogni grande amore necessita di sacrifici. Siamo giunti al capitolo conclusivo della saga di Pandora, l’Apriporta nelle cui mani è affidato il destino del mondo da duemila anni. Il finale sospeso del terzo volume trova qui una coerente soluzione e risolve la tetralogia di Licia Troisi, senza lasciare punti interrogativi né rimpianti. I salti temporali nell’Egitto del II secolo a.C chiariscono i rapporti tra Arishat e Samael, aggiungendo i tasselli ancora mancanti alla storia. La quadratura del cerchio è dunque completa, e senza inattesi colpi di scena gli Angeli della Morte vivono la loro ultima avventura nella sempre affascinante e misteriosa Roma. L’ultima fatica letteraria dell’astrofisica-scrittrice romana giunge al termine senza clamori, e anche se non possiede la stessa la forza di Nashira o de le Cronache del Mondo Emerso, Pandora è comunque una lettura piacevole e appassionante da tenere sullo scaffale.