Salta al contenuto principale

Il segreto della pietra di luce - Paneb

Il segreto della pietra di luce - Paneb

L’ingresso nel Luogo della Verità per Paneb, un tempo l’Ardente, non è stato assolutamente facile: in generale nessuno degli artigiani di questa sacra comunità si può dire che abbia ottenuto la propria carica con facilità, ma il percorso del giovane indubbiamente è stato più articolato di altri. Il talento, la voglia d’imparare, l’impegno son tutte doti che non gli sono mai mancate, ma Paneb è anche un uomo di impulsi, di cuore indubbiamente, ma soprattutto di testa, e per questa sua indole finisce spesso nei guai, nonostante la sapiente guida dei genitori adottivi Claire e Nefer. I due sono i suoi capisaldi, i suoi punti fermi in un mondo in costante cambiamento. La morte del faraone Merenptah ha segnato in profondità le sorti del Paese, all’orizzonte si prospetta una guerra tra fratelli e la scarsità di risorse inaspriscono gli animi, soprattutto dei cittadini nei confronti della comunità del Luogo della Verità: da sempre un mondo a parte, elitario, sopra il resto del mondo e per questo, disprezzato. In questo scenario quanto mai precario, a Paneb viene chiesto l’impossibile, ossia di realizzare il suo Capolavoro, il pezzo della sua arte che gli consentirà di ascendere ai segreti della Pietra della Luce...

Christian Jacq è un appassionato egittologo e romanziere. Insieme alla moglie ha dedicato la vita allo studio e al ricordo di tutto ciò che resta di questa meravigliosa civiltà, ancora avvolta nel mistero sotto numerosi aspetti. Questo terzo volume della saga de Il segreto della pietra di luce segue nei momenti più fatidici la vita del giovane Paneb, che comunque già nei precedenti capitoli ha sempre rivestito un ruolo fondamentale, non solo per i suoi legami con Nefer, quanto soprattutto per la sua indole “fumantina”. Christian Jacq ci regala un’altra avventura nell’Antico Egitto, tra i suoi misteri, le sue incredibili bellezze e chiaramente gli intrecci politici. I segreti di Maat chiaramente rimangono al centro delle vicende, sia dalla parte dei nostri eroi che le si rivolgono con massimo rispetto sia tra gli antagonisti che la mirano con bramosia, capaci solo di pensare al potere e alle ricchezze che potrebbero derivarne. Christian Jacq riesce nuovamente ad introdurci ad una civiltà profondamente legata alle proprie tradizioni e ai propri valori, una spiritualità che si vive nella quotidianità, che aiuta a trovare un equilibrio, una via, un posto, in un vasto universo, che non si stanca di mutare in forme sempre più nuove e distanti dalle precedenti.