Salta al contenuto principale

Il trono di Cesare - Silenzi e bugie

tronocesaresilenzibugie

A nord di Roma, poco dopo il Ponte Milvo, la strada si divide: da un lato la Via Flaminia che attraversa un paesaggio caratterizzato da imponenti ville, mentre dall’altra si estende un grande prato verde dove pascola un gregge di pecore. Giulio Burdone osserva il pascolo senza però distogliere del tutto l’attenzione dal suo compagno di viaggio, il sicario Castricio, che se ne sta seduto in silenzio, immerso in sé stesso. I due uomini sono in viaggio; Burdone è stato scelto dal prefetto Felicio e dal giovane senatore Menofilo per accompagnare il giovane Castricio fino al campo militare del tiranno Massimino, che si trova con il suo esercito al di là delle Alpi. Gli è stato affidato il compito di assassinarlo. Tra qualche ora sarà notte e Burdone è preoccupato, non riesce a riposare, continua a non capire perché hanno scelto quel ragazzo così giovane ed esile per compiere un gesto così arduo. Massimino è sospettoso e circondato da guardie, inoltre è un uomo possente, dotato di una forza in grado di spaccare con un pugno i denti a un cavallo e di trafiggere il cranio di un uomo con il dito indice. Il piano non ha nessuna possibilità di riuscita, Burdone pensa che il suo destino come quello di Castricio è segnato, e una volta fallito il piano di assassinare Massimino l’imperatore inizierà a sospettare che insieme a quel giovane ingenuo ci fosse un altro uomo che ora si nasconde da qualche parte…

Il trono di Cesare. Silenzi e Bugie è il quarto —breve ma molto intenso— di 5 episodi della saga scritta dallo storico e scrittore britannico, esperto di storia romana Harry Sidebottom. Lo storico racconta il viaggio di Giulio Burdone e del giovane Castricio, incaricato di uccidere Massimino. Burdone è ormai un uomo vecchio e consapevole che l’impresa che gli è stata affidata è un suicidio e durante il viaggio riflette su ciò che è stata la sua vita e si domanda come mai sia stato scelto quel giovane ragazzo per compiere un compito così complesso. Castricio sembra apparentemente sereno e inconsapevole del destino che l’attende ma in realtà è solo un modo per camuffare le sue paure e non insospettire Burdone del suo piano per sfuggire a quel destino. A differenza degli altri romanzi della saga dove sono presenti molti personaggi, le vicende che accadono sono innumerevoli e sono ambientate in quattro luoghi differenti dell’impero, in questo quarto episodio Sidebottom racconta una sola vicenda ambientata in un solo luogo e i personaggi sono solo due. Gran parte del pensiero interiore del protagonista Burdone è tratto dallo scritto di Artemidoro L’interpretazione dei sogni mentre la trama ha dichiarato Sidebottom, è ispirata a Quel treno per Yuma scritto da Elmore Leonard. Più che un romanzo, Il trono di Cesare. Silenzi e Bugie è un racconto lungo che svela qualcosa che accade dietro le quinte del romanzo Il trono di Cesare - Combatti per il Potere.