Salta al contenuto principale

Io e Kaminski

Io e Kaminski
Sebastian Zöllner, un giovane giornalista ambizioso, spregiudicato e un po' cialtrone tenta di sfondare con una biografia di Manuel Kaminski, un pittore talentuoso ma non famosissimo, finora un po' trascurato dalla critica, che ora, ormai vecchio e cieco, conduce un'esistenza solitaria assieme alla figlia Miriam in un paesino di montagna. Zöllner si reca da Kaminski per intervistarlo, e gradualmente si insinua nella famiglia e nell'ambiente del pittore, che - anche se cieco - sembra vedere molto più lontano del suo sgradevole aspirante biografo...
E' il mondo dell'arte, delle gallerie e della critica quello che l'enfant prodige Daniel Kehlmann mette nel mirino in questo romanzo dall'umorismo amaro e grottesco. Situazioni nonsense, un protagonista antieroe che più antieroe non si può, un ritmo di scrittura che ricorda un assolo di un batterista jazz: Io e Kaminski dimostra ad ogni pagina la vitalità e l'originalità della nuova scena letteraria tedesca.