ISTAT: in Italia un mare di libri... che non legge nessuno

L’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) ha pubblicato il rapporto Produzione e lettura di libri in Italia, l’ultimo pre-pandemia. In attesa dei dati completi sul 2020 - necessari per giudicare compiutamente l’impatto del lockdown sulla produzione, la vendita e la lettura di libri - ecco i dati del 2019. Il nostro Paese è stato letteralmente inondato di libri dagli editori, ma ha risposto molto tiepidamente a questa enorme produzione. Nel 2019 sono stati pubblicati in media 237 libri AL GIORNO, quasi 1,3 libri ogni 1000 abitanti; di questi, due terzi sono novità (58,4%) e nuove edizioni (8,5%), in totale ben 86.475 titoli e 192 milioni di copie tra novità e ristampe. A fronte di tale enorme produzione sussiste però una rilevante quota di invenduto, con differenze significative per tipologia di editore: se in media il 22,1% degli operatori del settore dichiara giacenza e reso per oltre la metà dei titoli pubblicati, la percentuale è pari a 26% per i micro-editori; 17,6% peri piccoli; il 6,9% per i medi e il 5,8% per i grandi. E i lettori? Soltanto il 40% della popolazione di 6 anni e più legge almeno 1 libro all’anno. Il 77,2% dei lettori legge solo libri cartacei, il 7,9% solo e-book o libri on line. Per leggere il report completo cliccare qui).



Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER