Salta al contenuto principale

La pasticceria incantata

lapasticceriaincantata

Un posto in cui sentirsi finalmente a casa. Questo è ciò che cerca il protagonista, un adolescente che convive con la balbuzie e una matrigna che non ne sopporta la presenza in casa e non fa nulla per nasconderlo. Entrato in una pasticceria a pochi metri da casa si ritrova ad ascoltare i deliri del negoziante, evidentemente un pazzo dato che gli elenca i presunti, inverosimili ingredienti con cui afferma di aver realizzato i suoi fantastici dolci: fegato di neonato, popò di merli e bulbi oculari di corvi. Sulla strada del ritorno il protagonista decide di trovare un modo per rendere pubblica l’informazione, nonostante sia alquanto bizzarra e non sappia bene a chi rivolgersi - dato che non è certo che a casa qualcuno gli darà ascolto, figurarsi dei perfetti sconosciuti. Col passare del tempo si rende conto che la sua storia - l’esser stato abbandonato dalla madre biologica quando era molto piccolo, avere una matrigna che non prova alcun tipo di affetto per lui, un padre che riversa le colpe su altri e non riesce a instaurare un legame vero e proprio col figlio e un rapporto complicato con i compagni di scuola, i professori e chiunque provi a farlo parlare - gli ha permesso di empatizzare con quell’uomo. A prima vista ha giudicato il pasticcere come un uomo semplice, o meglio un pazzo, e si è reso conto di star facendo esattamente come gli adulti con lui. Dopo una serie di rapporti distaccati, fumosi e violenti, quella pasticceria è diventata un luogo caldo e accogliente dove trovare il tepore di un abbraccio familiare. Così, quando una notte cerca rifugio dalla polizia in quel locale dalla tappezzeria attempata si trova a scoprire i segreti magici che si celano all’interno di quei bizzarri dolciumi...

Un romanzo coreano in grado di coniugare una trama accattivante a una scrittura avvolgente e incalzante. Una fiaba dark per adulti (viste le tematiche di abusi e violenze che vengono trattate), oscura come i ricordi del protagonista, una storia in cui tutti gli elementi del genere si amalgamano tra loro: magia, animali che si trasformano in umani quando il sole spunta e stupore. Disseminati qua e là ci sono riferimenti esoterici che di certo affascineranno il lettore sensibile a queste tematiche. Seguendo le vicende, che il protagonista racconta in prima persona, viene portato a galla il lato oscuro che si cela dentro ogni uomo. La tradizione coreana fa capolino di tanto in tanto arricchendo la narrazione, così come il finale che offre giustizia a una storia ricca di dolore permettendo così al lettore di ricavarne con più semplicità una morale.