Salta al contenuto principale

La seconda vittima

La seconda vittima

Una collega del detective Harry Bosch - donna che quest’ultimo considera molto attraente oltre che competente - gli chiede una mano nello svolgere quella che, a dire di lei, è una prassi doverosa: riprendere in esame i casi di omicidio insoluti degli ultimi cinque anni per vedere per quali di essi possono configurarsi nuovi sviluppi e quali altri debbano per forza essere archiviati. Bosch “punta” subito un caso recente, che nelle modalità e nella scelta del tipo di vittima ha molte somiglianze con un altro cold case già da lui riaperto una prima volta, in passato, e in origine risalente addirittura al 1992: uno “sbandato” era stato ucciso barbaramente per via di coltello in un ristorante decaduto della vecchia Hollywood. La ragione dello “stop” alle precedenti indagini era stata la mancanza di prove sul cadavere e sulla scena del crimine. Riuscire ad interrogare un sospettato dell’epoca del primo omicidio diverrà fondamentale per risolvere entrambi i casi, ma per sostenere in giudizio quanto da lui scoperto, il detective Bosch si dovrà avvalere dell’appoggio di un personaggio che non avrebbe mai creduto di dover coinvolgere….

Legal thriller con vaghi accenti hard-boiled per Michael Connelly: un racconto pubblicato esclusivamente in versione ebook assieme alle prime pagine del successivo romanzo dello stesso autore, Il lato oscuro dell’addio. Una storia breve e dalla struttura non particolarmente complessa, ma intrigante e vivace quanto basta per non deludere gli estimatori del genere, potendosi ritenere anche abbastanza originale e spiazzante la soluzione finale prescelta. Forse non il lavoro più adatto, però, per intraprendere la conoscenza di Connelly, più abile nello strutturare storie di azione e suspense sulla lunga distanza. Quando si giunge alla conclusione, si è a tal punto avvinti alla storia che si desidererebbe un qualsiasi pretesto o colpo di scena ulteriore per farla continuare molto più a lungo, cosa che, volendo, sarebbe stata anche possibile: è come se si desse, stavolta, al lettore la possibilità di immaginare come si possa svolgere l’appendice processuale della trama, ossia la difesa da parte di Bosch delle scoperte cui è pervenuto dai tentativi del difensore dell’imputato di smontare una ad una le sue costruzioni. Stimolante, ma anche frustrante.