Salta al contenuto principale

L'altalena

Un'altalena assetata di carne umana, un giovane becchino che impara i trucchi del mestiere, un'entità capace di inchiodare gli uomini alla propria ombra, una giovane rapita da due demoni dell'inferno, gli spettri del passato di una madre assassina, un rito esoterico ai confini dell'orgasmo, un virus nascosto nelle viscere del permafrost, il ricordo di un'estate dei sedici anni, l'ipocrisia di un programma televisivo perbenista, la pazzia letteraria di un uomo lasciato dalla fidanzata, un incidente stradale che trasforma degli uomini in mostri, i pericolosi poteri di una bambina, uno scrittore horror che trova 'ispirazione' nel suo sottoscala, uno zombi appassionato di “salsa e merengue”, una mente devastata dalla psicosi infantile, un capolavoro letterario che uccide chiunque lo legga, i macabri racconti di un commissario del RIS...
Alessio Valsecchi, scrittore horror e direttore della rivista Necro, riunisce in questo libro i migliori racconti partecipanti ai più recenti concorsi letterari organizzati da latelanera.com, sito cult dedicato al cinema e alla letteratura horror di cui egli stesso è curatore. Racconti brevi e lunghi, macabri e sarcastici, completamente lontani dalla quotidianità o terribilmente simili a essa. Ce ne è davvero per tutti i gusti in questo libro che affianca a giovani autori esordienti o quasi la presenza di due importanti guest-star: Dario Gulli e Daniele Bonfanti. Il primo regista e sceneggiatore affermato di film horror, il secondo scrittore sicuramente conosciuto agli appassionati di genere "nero”. Un viaggio nella letteratura del terrore che attraversa diversi sottogeneri, in una raccolta per la quale è difficile elaborare un giudizio complessivo data la quantità dei racconti, la loro diversità e soprattutto la loro qualità altalenante (appunto!). Sta di fatto che L'altalena è un libro che si fa leggere, che coinvolge, che spaventa. Che ti fa alzare di notte a controllare se la finestra della camera da letto è ben chiusa, con quella strana - ma in fondo piacevole - sensazione di inquietudine che fa impazzire tutti gli amanti dell'horror.