Salta al contenuto principale

Le 10 apparizioni più inquietanti del Diavolo in Letteratura

Articolo di

Il diavolo in letteratura il più delle volte resta nell’ombra, interviene attraverso i propri sottoposti, rivelandosi raramente. Quando è successo, però, spesso ci ha regalato dei capolavori o delle opere assai interessanti. Ricordando la visionaria descrizione di Satana che ci fa Dante nel XXXIV Canto dell’Inferno, cerchiamo cinque successive e completamente diverse apparizioni del diavolo nella letteratura moderna e contemporanea.




1. È il fatidico anno 1986. È estate in Ohio, la più calda che si ricordi. Rispondendo a un annuncio, il diavolo si presenta nella cittadina di Breathed. È un ragazzino nero, smagrito, indossa una salopette e ha due cicatrici sulla schiena, proprio là dove una volta aveva le ali.

2. Ha incontrato Gesù, conosciuto Ponzio Pilato. Sta organizzando un grande ballo e ha bisogno di una regina, una donna disposta a diventare una strega per ritrovare il suo grande amore.

3. Chi compra quella bottiglia può avere esauditi tutti i propri desideri. Chi morirà possedendola andrà all’inferno.

4. È un parassita, gli piace filosofeggiare e così insinuare il dubbio se sia frutto di un’allucinazione o realtà. In ogni caso la sua esistenza non proverebbe quella di Dio. Può aiutare l’uomo moderno a sconfiggere la noia.

5. Da un brutto raffreddore, un postino scopre di avere un tumore al cervello. Gli restano sei mesi, ma, rinunciando a qualcosa, una figura con una camicia hawaiana può fargli guadagnare giorni di vita.

6. Negli anni Cinquanta a New York lo scalcinato detective privato Harry Angel incontra un personaggio dal look bizzarro (capelli neri impomatati e pizzetto bianco, abito blu gessato di ottimo taglio con bocciolo di rosa al bavero, sigari di gran marca) che cambierà la sua vita per sempre.

7. Leland Gaunt è un uomo sinistramente affascinante con i suoi occhi ipnotici, la voce suadente e quella “folta” dentatura disposta disordinatamente in un sorriso affabile. Ha aperto il suo nuovo negozio a Castle Rock, nel Maine.

8. Madrid, anni Novanta. Lucas Corso, “mercenario della bibliofilia”, è un cacciatore di libri su commissione. Lavora per una ventina di librai antiquari italiani, francesi, spagnoli e svizzeri che cercano volumi rari per i loro danarosi clienti. Una professione affascinante e innocua? Assolutamente no, anzi è pericolosissima...

9. Nel cattolicissimo Veneto del 1952 è in corso l’istruttoria di un processo per l’omicidio di un adolescente, Emilio Vestri Musy, deforme e minorato mentale. Il presunto omicida, peraltro reo confesso, il quattordicenne Carlo Mongiorgi, lo ha ucciso con una fionda perché convinto che lui fosse il diavolo.

10. Nello stesso libro sono presentate fianco a fianco una deliziosa, misconosciuta fiaba del Settecento e l’apologo satirico e sarcastico di uno scrittore di enorme successo, zeppo di richiami all’attualità politica.



Escludi Ads Google