Salta al contenuto principale

Le avventure del SottoSotto

avventuredelsottosotto

Cinque ragazzi che frequentano la stessa scuola media, ma che non hanno altro in comune: Bareggi è il bullo più temuto dell’intera scuola, ha ripetuto la terza per due volte e non piace a nessuno anche se in realtà ha un segreto che lo rende triste; Vera arriva a scuola in anticipo per cambiarsi d’abito ed è appassionata di spionaggio; Marta è molto piccola e magra ma ha anche una dote speciale, quella di parlare alle piante, che la capiscono e le obbediscono; Jo che è arrivato da poco nella nuova scuola e Tommy, il bravo ragazzo della 3A, che gira con una tortorella sulla spalla ed è cieco. A causa di una palla lanciata male, i cinque finiscono in un labirinto sotterraneo sotto la scuola e scoprono il vecchio diario della classe 3C, che risale addirittura al 1944. Vengono così a conoscenza della vita dei bambini di quella classe durante la Seconda guerra mondiale, costretti a nascondersi nei sotterranei durante i bombardamenti, e della misteriosa sparizione di una di loro, Gemma. Iniziano ad indagare, ma il mistero si infittisce sempre di più; compare una strana vecchia, ricoverata nell’ospizio della città, ma il cui nome è lo stesso di quello di una famosa scienziata, dei loschi individui interessati ad una formula, e…

Una storia avventurosa e misteriosa per lettori a partire dagli otto anni, divisa in capitoli e accompagnata da illustrazioni in bianco e nero fresche e leggere. Per delineare i protagonisti gli autori si sono ispirati a bambini reali, in modo che i lettori vi si possano riconoscere. La misteriosa avventura che i protagonisti si ritrovano a condividere diventa un’esperienze costruttiva e un’occasione per conoscersi meglio, anche con il bullo con cui non avevano mai voluto avere rapporti fino a quel momento e questo consente a tutti, a partire dallo stesso Bareggi, di vedere le cose da un altro punto di vista, di superare i propri pregiudizi e di usare le abilità di ciascuno di loro. Le illustrazioni di Francesca Presentini, in arte Fraffrog, hanno dato volto a questi bambini. Luca Trapanese da anni lavora a sostegno di bambini disabili con la sua onlus “A ruota libera”. Francesca Vecchioni presiede la Fondazione Diversity, che promuove la cultura dell’inclusione nei media, nelle aziende e nella società civile.