Salta al contenuto principale

Le mille luci del mattino

Le mille luci del mattino

Emma capisce a sue spese che alcune volte è necessario entrare nella vita degli altri, indipendentemente dalla propria volontà. Se non avesse cominciato a lavorare alla Torre di Vetro probabilmente nessuno sarebbe morto, nessuno avrebbe perso la testa, nessuno avrebbe scoperto quei segreti. La Torre è stata costruita proprio di fronte a casa sua. Emma conosce ogni più piccolo angolo di quell'edificio, perché dalla finestra della sua abitazione ha osservato il procedere dei lavori, sperando in vano di trovare l'ispirazione per scrivere il suo romanzo. In realtà senza esserne consapevole aveva già davanti agli occhi l'ambiente di quella che sarebbe stata la storia che è sul punto di raccontare a noi lettori. Tutto è iniziato quando...

Le mille luci del mattino è l'intricata cronistoria con la quale Clara Sánchez vuole raccontare ciò che può nascondersi dietro la facciata di aziende di successo: tradimenti, gelosie, segreti, omissioni e bugie. Emma, come tutti gli altri, è un personaggio bidimensionale: l'autrice ci racconta gli eventi presenti e passati, le caratteristiche fisiche dei vari personaggi senza dare personalità propria a ogni ruolo, difficile entrare in empatia o almeno identificarsi in qualcosa durante la lettura.Abbondano invece lunghe e pesanti digressioni della protagonista, descrizioni particolareggiate che restituiscono un'immagine visiva molto chiara e colpi di scena, principalmente sentimentali, attraverso i quali emergono legami insospettabili che illuminano comportamenti illogici. Una narrazione tutta incentrata su luci e ombre, una continua lotta tra verità diverse che rimbalzano conseguenze forse sorprendenti, ma di certo non originali.