Salta al contenuto principale

Le più belle storie dell’Iliade

Le più belle storie dell’Iliade

“Cantami, o diva, del Pelìde Achille l’ira funesta”, scriveva Omero nel suo famoso poema. Ma perché Achille, il più forte tra i guerrieri greci, era così arrabbiato? Per scoprirlo bisogna tornare indietro di dieci anni allo scoppio della guerra di Troia, quando la bella Elena, moglie del re di Sparta Menelao, viene rapita dal principe Paride e portata a Troia. Agamennone, fratello di Menelao, parte con un grande esercito alla volta di Troia con l’intenzione di dichiarare guerra al re Priamo, padre di Paride, e riprendere Elena. La guerra si protrae per molti anni, sfiancando non solo l’esercito greco, ma anche quello troiano. Durante questi anni di lotte Agamennone compie un brutto sgarro proprio al valoroso Achille che, molto arrabbiato e soprattutto deluso, decide di non combattere più. Ecco allora che la guerra rischia di non finire mai, o di far capitolare i greci visto che il loro guerriero più forte li ha abbandonati. A metterci lo zampino ci sono anche gli dèi dell’Olimpo che non hanno alcun timore ad intervenire in favore dei greci o dei troiani e ad alimentare sempre di più questa sanguinosa guerra. Sono molti i protagonisti del poema omerico che si intrecciano in vicende di amore e odio, di battaglie, onori e scontri all’ultimo sangue: l’invincibile Achille e il suo migliore amico Patroclo, il coraggioso Ettore, fratello di Paride e figlio del re di Troia Priamo, la bella Elena e l’astuto Ulisse autore, insieme a Diomede, del leggendario cavallo di Troia. E poi ci sono gli dèi: il re di tutti Zeus, Atena e Ares che promuovono la guerra, il dio del sole Apollo, la bella Afrodite che protegge Paride, Teti madre di Achille e Efesto, il dio del fuoco che forgia la nuova armatura per Achille...

Lorenza Cingoli e Martina Forti raccontano le vicende con una scrittura fluida, suddividendo e semplificando il poema di Omero in brevi capitoli molto avvincenti e di facile comprensione anche per chi le legge per la prima volta. Ne risulta una raccolta di racconti che ben si presta ad una lettura ad alta voce con i bambini, magari fatta a puntate. Il testo, scritto con un carattere chiaro e grande, è adatto anche per una lettura autonoma a partire dagli otto anni. All’interno del libro sono presenti numerose illustrazioni colorate di Elisa Bellotti che raccontano graficamente le epiche battaglie e le vicende degli dèi dell’Olimpo. Lorenza Cingoli è scrittrice per ragazzi e autrice di programmi televisivi per bambini tra cui L’Albero azzurro e la Melevisione insieme a Martina Forti, autrice radiotelevisiva e di guide turistiche per ragazzi.