Salta al contenuto principale

Le più belle storie dell’Odissea

piubellestorieodisseabellotti

Ulisse, l’astuto Odisseo re di Itaca, famoso per la sua intelligenza, è l’ideatore del grande cavallo di legno che ha consentito agli Achei di conquistare Troia con l’inganno dopo dieci lunghi anni di guerra durante i quali avevano perso la vita valorosi eroi e fiorenti giovani. Finita la guerra, i principi Achei salpano sulle loro navi per tornare finalmente in patria. Anche Ulisse e i suoi uomini si preparano, sognando la bella Itaca dove Penelope attende il marito insieme al figlio Telemaco e al vecchio padre Laerte. Ma Poseidone, dio del mare, è avverso a Ulisse e ne ostacola il ritorno a casa, ponendo sulla sua rotta numerosi ostacoli. Dopo una breve sosta nella terra dei Ciconi l’eroe e i suoi approdano in quella dei Lotofagi che offrono ai marinai il loto, frutto dell’oblio, che fa loro dimenticare la patria lontana. Ulisse è costretto a riportarli a forza sulla nave, legati come salami, mentre i pochi che, fortunatamente, non hanno mangiato il loto si mettono ai remi. Il viaggio prosegue e in un bel giorno di sole lucente i nostri eroi approdano nella terra dei Ciclopi. Ulisse è curioso e desidera conoscerli per scoprire come sono, se buoni o cattivi. Con un otre dell’ottimo vino donatogli dai Ciconi, si addentra nell’isola insieme a dodici uomini. È qui che incontrerà Polifemo…

Quello di Ulisse e dei suoi uomini è il viaggio per eccellenza, il viaggio del ritorno a una patria che si sa esistere, ma che si è a lungo perduta, tanto che, nel tempo della lontananza, si è mutata ora in speranza, ora in miraggio. Il viaggio di Ulisse è metafora del viaggio della vita, ma anche del viaggio della conoscenza e della matura consapevolezza. Conoscenza e consapevolezza nobilitano la nativa astuzia dell’eroe e la trasformano in esempio e virtù. Accanto a Ulisse troviamo in questo libro di grande formato tutti i personaggi, umani e divini, co-protagonisti del suo mitico viaggio: Circe, Nausicaa, Alcinoo, Calipso, Eolo, Poseidone, Zeus, Scilla e Cariddi. Le autrici narrano in prosa agile e moderna le tappe del viaggio dell’eroe che diviene così una coinvolgente e avventurosa storia capace di catturare l’attenzione anche dei piccoli lettori, dall’inizio alla fine. Grande merito in questo coinvolgimento hanno le splendide illustrazioni di Elisa Bellotti che, ad ogni pagina, ricreano l’atmosfera dell’antico, nel tratto, nel colore, nei volti e nei profili dei protagonisti, evocando talvolta frammenti di pittura vascolare antica. In apertura, una mappa del viaggio con tutte le sue tappe e l’elenco dei nomi dei personaggi aiutano i piccoli lettori ad entrare in un’epopea dal fascino immortale.