Salta al contenuto principale

Le regole del gioco

Le regole del gioco

Marco Mancini è stato carabiniere dal 1979, operando attivamente nella Sezione Speciale Anticrimine di Milano fino al 1984. Si è specializzato nella lotta al terrorismo rosso e nero, sotto la guida e l’insegnamento del generale dalla Chiesa. Successivamente, è passato ai servizi segreti, con una convocazione segretissima e, apparentemente, anche un po’ comica di un prete americano, probabilmente anche finto. Ha fatto il suo ingresso nel SISMI, che gli ha procurato numerose soddisfazioni e l’ha portato a viaggiare in tutto il mondo, prendendo parte a varie missioni. Ha assimilato un patrimonio unico dell’intelligence italiana, che forse andrebbe recuperato e messo nuovamente al servizio del mondo: il cosiddetto “controspionaggio offensivo”. Questa tecnica non ha neppure un equivalente linguistico americano. Il controspionaggio offensivo fa uso di qualsiasi strumento che la scienza e la tecnologia mettono a disposizione, ma il fattore umano è ciò che determina la differenza tra poliziotti e agenti segreti: prevenire i guai invece di limitarsi a constatare i danni...

La memorialistica delle ex spie è un genere molto popolare nel mondo anglosassone, ma un po’ meno in Italia. Per questo motivo, quando un volume come Le regole del gioco viene pubblicato, è sempre interessante comprendere quali verità possano finalmente essere svelate, precedentemente dissimulate per ragioni di Stato. Secondo gli auspici dell’autore, i suoi sforzi si sono concretizzati in un mix tra i racconti di Le Carré e la sceneggiatura esplosiva di Fauda su Netflix. Il resoconto spazia dagli anni di piombo fino alla riforma dei servizi del 2007, quando Mancini è diventato un uomo del DIS e quindi congedato in prepensionamento, in seguito alla vicenda dell’incontro in autogrill con Matteo Renzi. È un resoconto accurato, seppur naturalmente di parte, di alcune pagine controverse della recente storia italiana, come ad esempio il rapimento di Abu Omar. È certamente una buona base per ulteriori approfondimenti.