Salta al contenuto principale

Le storie di guerra - Eroi del cielo

storiediguerraeroidelcielo

1945. La guerra sta finalmente volgendo al termine, anche se i tedeschi non hanno ancora alzato bandiera bianca. Per questo motivo, la Gran Bretagna vuole annichilire il nemico nazista e per farlo si avvale dei migliori piloti della RAF, la Royal Air Force, che durante tutto il conflitto hanno dato filo da torcere alla Wehrmacht, le forze armate tedesche, e in particolare ai piloti della Luftwaffe. Uno dei piloti della RAF è Jamie MacKenzie, tenente di squadriglia che è sopravvissuto a una pericolosissima missione nei freddi mari della Russia, ha quattro anni di servizio sulle spalle ed è stato assegnato a un reparto di “de Havilland Mosquito”, un monoplano bimotore che è stato il punto di forza dell’aviazione britannica. Ma c’è un problema: Jamie sta antipatico al Comandante di gruppo Broome, il quale gli affida il peggiore aereo dello stormo, che ha la fama di non rispondere ai comandi dell’equipaggio e per tale motivo viene chiamato “Stronzo”. Così, quelle che aspettano MacKenzie, e il suo navigatore indiano Joseph Ranjaram, sono missioni sempre più difficili: da una parte, deve sopravvivere alla guerra e smentire la leggendaria sfortuna della sua famiglia, evitando le ripicche e i boicottaggi di Broome; dall’altra, deve restare in vita per se stesso e per sua moglie Beth, che a breve gli darà un figlio…

Tornano Le storie di guerra di Garth Ennis, giunte al nono appuntamento con Eroi del cielo, un volume che si concentra sui piloti della gloriosa RAF britannica, fondamentale nella vittoria del conflitto contro la Germania nazista. Siamo nel 1945 e la guerra sembra essere giunta alle battute finali anche se i tedeschi sono determinati a vendere cara la pelle. In questo contesto storico si inseriscono le vicende del tenente Jamie MacKenzie, un personaggio bifronte: inetto e impacciato nella vita privata, un vero e proprio fuoriclasse tra le nuvole. Al netto di un minor patos nelle descrizioni belliche, Eroi del cielo, impreziosito dalle evocative illustrazioni di Keith Burns, specializzato nel disegno di aeroplani, è un graphic novel che affronta le vicende umane, gli amori, il cameratismo, i sentimenti, l’odio, la paura, la vendetta; un’opera che scatena nel lettore un ventaglio amplissimo di sensazioni. Perché la guerra, citando un titolo nietzscheiano, è un fenomeno che nasce dagli uomini, una degenerazione “umana troppo umana”.