Agatha Raisin - Il maiale allo spiedo

Agatha Raisin - Il maiale allo spiedo

È la fine di gennaio ed il mese è stato davvero freddissimo, molto più freddo del solito. Agatha - cinquanta anni compiuti da un po’, una carriera da PR alle spalle ed un presente da investigatrice privata - ha appena imboccato la strada in discesa che porta a Carsely, il suo villaggio nei Cotswolds, quando è costretta a frenare di colpo. Una fila di auto davanti a lei è ferma lungo la strada. Ci sono operai del Comune che stanno sistemando le buche della cui presenza parecchi abitanti del villaggio, Agatha compresa, si sono più volte lagnati. Ecco il motivo dell’ingorgo, pensa Aggie un po’ seccata, mentre scarta l’ipotesi di fare un’inversione a U, troppo complicata per una come lei, la cui imperizia al volante è cosa assai nota. Sotto la punta del suo naso si forma una goccia, la donna pesca un fazzoletto dalla scatola che tiene sul sedile del passeggero e si accinge a soffiare il naso, ma qualcuno la interrompe bussando al finestrino. Si tratta di un poliziotto robusto e tozzo che la multa per aver tolto le mani dal volante. Un’Agatha piuttosto costernata racconta l’episodio, più tardi la stessa sera, all’amico sergente Bill Wong, che la informa che con ogni probabilità lo zelante poliziotto altri non è che Gary Beech, fissato con gli obiettivi che i rappresentanti della polizia devono raggiungere per ottenere avanzamenti di carriera. Beech ha già elevato parecchie contravvenzioni opinabili e forse la cosa migliore da fare per la rampante detective, secondo Bill, è pagare la multa e stop. In ogni caso ora Agatha ha altro a cui pensare: nel fine settimana la raggiungerà Roy Silver, che lavorava con lei nell’agenzia di Londra, e deve pensare a qualcosa di interessante da proporgli. A Winter Parva, un villaggio ad una ventina di miglia da Carsely, si terrà una festa durante la quale verrà arrostito un maiale allo spiedo nel parco pubblico e gli abitanti indosseranno costumi medievali. Ecco il luogo giusto in cui portare Roy per una serata all’insegna del divertimento e dello svago...

La ventiduesima avventura di Agatha Raisin, arguta e politicamente scorretta detective figlia della fantasia di M.C. Beaton, vede di nuovo un funzionario piuttosto indisponente incrociare il proprio destino con quello della protagonista. Dopo Sunday Malanimo – personaggio dipendente della pubblica amministrazione di cui si fa la conoscenza in Agatha Raisin e l’insopportabile ficcanaso, avventura numero ventuno della serie - questa volta è un poliziotto piuttosto pedante e troppo zelante, nessuno sfugge al potere del suo libretto di contravvenzioni - a complicare la vita degli abitanti di Carsely. Inutile dire che un triste destino si abbatte sul pubblico ufficiale, che finisce ucciso, decapitato e cotto allo spiedo durante una sagra paesana alla quale, ovviamente, Agatha ha deciso di partecipare. E di nuovo l’improbabile detective si trova coinvolta in un caso di omicidio, che appare ben presto piuttosto complesso e si rivela la singola tessera di una trama ben più intricata e contorta, che include poliziotti corrotti, storie strane e parecchi rischi per Agatha e per i collaboratori della sua agenzia investigativa. C’è molta carne al fuoco, anzi allo spiedo, in questa avventura che vanta la presenza di molti nuovi personaggi affiancare i vecchi fidi compagni di avventura dell’indomita Aggie, uno fra tutti l’anaffettivo James, suo ex marito nonché vicino di casa, che finalmente ricopre il ruolo di ottima spalla per l’instancabile detective. La classica atmosfera British di sempre fa da contorno anche a questa avventura della Raisin, scontroso personaggio di mezz’età scorretto e burbero ma estremamente affascinante, al quale ci si affeziona ed in compagnia del quale si è certi di sorridere sempre, a partire da Il primo caso di Agatha Raisin, racconto lungo pubblicato da Astoria nel 2016, che vede una ventiseienne di Birmingham lavorare come segretaria in un’agenzia di pubbliche relazioni e difendere un celebre banchiere dagli attacchi della stampa che lo accusa di aver ucciso la giovane moglie. Agatha, a quel tempo sposata con Jimmy ed infelice, risolve il suo primo caso di omicidio, il primo di una lunga serie.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER