Salta al contenuto principale

Coppie diaboliche

Coppie diaboliche
Il dentista Harvey Crippen usa il veleno per liberarsi di una moglie dispotica e traditrice, ostacolo alla realizzazione dell’idillio con la giovanissima Ethel LeNeve. Le sorelle Papin – infanzia disgraziata e un lavoro come domestiche – cavano a mani nude gli occhi delle loro impossibili datrici di lavoro, per poi infierire ulteriormente sui corpi esanimi a colpi di coltello e martello. Raymond Fernandez e Martha Beck scelgono le loro vittime tramite gli annunci per cuori solitari, mentre Ian Brady e Myra Hindley sequestrano e seviziano a morte ragazzini in base a una sballata filosofia nazi-nietzschiana. Adolfo de Jesús Constanzo e Sara Aldrete Villareal insanguinano il Messico con la loro depravata setta “narcosatanica”; i Mostri di Montmartre fanno scempio di vecchiette; Paul Bernardo e Karla Homolka torturano, seviziano, violentano e uccidono durante sadici e incontrollati giochi erotici…
Cosa c’è di più pericoloso di un assassino scatenato, in preda alle proprie mortifere ossessioni? Semplice: due assassini scatenati, due soci amabilmente impegnati nella propagazione del caos, della violenza e del dolore. Perché, quando è una coppia diabolica ad agire, le forze malate dei singoli non si sommano, ma si moltiplicano, generando così un potenziale distruttivo di inimmaginabile potenza, di indescrivibile efferatezza. Ed efferate lo sono davvero tutte – alcune in maniera davvero crudele – le trentaquattro storie raccolte in Coppie diaboliche da Gordiano Lupi (direttore editoriale, traduttore e saggista) e Sabina Marchesi (giornalista, scrittrice e studiosa di criminologia), mini-enciclopedia del “crimine a due”, raccapricciante bestiario popolato da coppie di mostri in incognito (nel senso che non hanno zanne o artigli affilati o qualsiasi altro segno apparente che ne sveli l’altissima letalità) che negli ultimi cento anni hanno fatto del mondo il loro terreno di caccia. Altro che vampiri, licantropi e alieni antropofagi! Di fronte alle imprese spietate di questi assassini dal DNA perfettamente umano, le performance orrorifiche di Dracula & Co. sembrano favole edificanti improntate al più stretto politicamente corretto. E scommettiamo che anche il più accanito appassionato di horror (chi vi scrive lo è) sentirà la stretta gelida della paura nel constatare come la Minaccia possa essere ovunque, addirittura acquattata dentro la propria casa. Insomma: tremate, tremate, le coppie diaboliche son scatenate… e come minimo vi regaleranno qualche incubo.