Il cucchiaio verde - Oltre 700 ricette vegetariane.

L’equilibrio tra uomo e ambiente è sempre più fragile e le conseguenze ricadono inevitabilmente sull’alimentane, che è a sua volta connessa allo sviluppo di alcune malattie. I cibi integrali e quelli biologici possono essere una soluzione per limitare i danni. Rispetto al passato oggi si è portati a consumare una quantità di calorie nettamente superiore al fabbisogno individuale, si mangia troppo, male e troppo in fretta, inoltre lo stile di vita sedentario peggiora le cose. Si consumano meno fibre grezze e si eccede con proteine, sale e zucchero e con il consumo di cibi raffinati. I cibi inoltre contengono molti più additivi chimici rispetto al passato. Che cos’è un alimento definito naturale? Quali sono le combinazioni alimentari più adatte a mantenerci in salute? Il consumo di frutta e verdura ha sempre rappresentato un valido supporto al benessere dell’uomo, ma occorre mangiarle seguendone la stagionalità. Ogni frutto o ortaggio possiede qualità peculiari, note fin dall’antichità e per questo infusi e estratti o particolari cotture possono contribuire al trattamento di alcuni disturbi. I cereali sono un altro elemento essenziale nell’alimentazione e offrono una grande varietà di scelta, anche se la loro lavorazione è cambiata notevolmente nel tempo…

Walter Pedrotti (1953 – 2000), ecologista, insegnante e scrittore, è considerato uno dei primi divulgatori dell’alimentazione bio e naturale. La prima pubblicazione de Il cucchiaio verde risale al 1988 e negli anni seguenti, dato il successo ottenuto, ha avuto numerose ristampe (il sottotitolo è passato da La bibbia della cucina vegetariana a Oltre 700 ricette vegetariane). La parte introduttiva è dedicata alla descrizione e alle proprietà degli alimenti e all’idea che ci si possa curare con il cibo (ed è a cura di Paolo Pigozzi, nutrizionista e diplomato in omeopatia a Verona), mentre la seconda parte del volume è dedicata alle ricette vere e proprie. Antipasti, insalate, l’uso dei germogli e dei cereali (frumento, riso, miglio, orzo, avena, mais, farro), la cottura delle verdure, gli sformati a base vegetale, l’uso delle alghe e dei legumi, soia, seitan, uova e piatti unici, la panificazione e, per concludere, le tisane e la loro utilità in caso di disturbi alimentari. Parte degli ingredienti menzionati non sono comuni, ma con la diffusione dei negozi di alimenti etnici e la possibilità di acquistare online, non è impossibile procurarseli. Nonostante la prematura scomparsa, Pedrotti ha lasciato numerose pubblicazioni dedicate alla cucina ed è ancora oggi uno dei più amati promotori di una dieta a base vegetale.

 


 

0

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER