Il cuore conosce la strada

l cuore conosce la strada
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Carlos e Patricia sono una coppia spagnola che si trasferisce in Messico per questioni di lavoro dell’uomo, dipendente di una banca. Visionano un antico casale a Las Candelas, già proprietà del proprietario di una cereria passato a miglior vita. Con l’abitazione potrebbero assicurarsi anche le prestazioni dell’anziana Rosita, cuoca e tuttofare molto legata alla casa e al vecchio proprietario. Per Patricia è amore a prima vista, mentre Carlos ha qualche dubbio, ma quando sente la moglie chiedere a Rosita se rimarrà con loro, sa già che la nuova dimora è già decisa. I primi mesi della coppia in questa nuova realtà sono da sogno: Carlos e Patricia si amano molto, vanno alla scoperta del luogo, sistemano Las Candelas. Poi lui ottiene una promozione, comincia a viaggiare e ad essere sempre più assente nella vita della moglie. Lei se ne lamenta con Rosita che sembra essere molto comprensiva, ma soprattutto sempre pronta a darle risposte e consigli sempre orientati verso l’amore e la stima per se stessa. E lo fa anche e soprattutto quando Carlos, improvvisamente, lascia Patricia, dicendole di essere innamorato di un’altra donna (la sua segretaria messicana) e di voler formalizzare questa sua relazione. Lo shock, la delusione, il dolore fanno sì che Patricia si chiuda in casa a piangere, senza mangiare, senza alzarsi dal letto, sempre più giù e sempre più affondata in uno stato di prostrazione che va oltre la depressione. Ma questo è scontato, scoprirà poi, visto che è vittima di una magia nera organizzata da una donna che la vuole morta, con la complicità di due stregoni...

Quando un amore finisce, quello che si prova è sempre una sofferenza indicibile che ci accomuna gli uni agli altri, soprattutto quando non ci sono avvisaglie, ma tutto avviene in maniera repentina. E, se per chi ama ancora il percorso è obbligato e quindi si ritrova con molta solidarietà nei panni della protagonista del romanzo, di certo non capita sempre di trovare chi si mette a nostra disposizione per dare una mano. È in questo senso che il romanzo viene in aiuto del lettore, con tutte le indicazioni (spesso legate alla cosiddetta “legge di attrazione”) che servono ad uscire dal baratro dopo una giusta dose di giorni di pianto. Le indicazioni a Patricia vengono fornite dalla sua formidabile domestica che la prende sotto la sua ala protettrice e si prodiga in “consigli e vizi”, ma certo ha a disposizione anche una fedele amica e incontra un uomo che ugualmente è intenzionato a proteggerla. Quindi se da una parte ha indicazioni specifiche, dall’altra ha anche la fortuna di presenze intorno assolutamente disinteressate. Di certo però anche il lettore non può dirsi totalmente abbandonato, visto che c’è una piccola parte del libro, a conclusione della storia di Patricia, tutta dedicata alle regole che la sua governante Rosita le fornisce durante la storia. Tenere presenti un paio di queste regole, se praticate con attenzione, potrebbe essere interessante anche per toglierci dagli impicci, indipendentemente dalle storie d’amore finite. In fondo se serve anche questo per tornare a rispettare gli esseri umani e la natura, rispetto di cui abbiamo perso traccia nel nostro egoismo collettivo, viene spontaneo chiedersi: “Perché no?”.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER