L’americano

L’americano

Un uomo, un “poderoso esemplare di americano”, è seduto davanti al quadro della Madonna del Murillo al Salon Carrè del Louvre. È il 1868, un maggio caldo e soffocante, e per l’americano studiare quadri è un’esperienza nuova che lo ha affaticato più di ogni altra attività a cui è avvezzo. È bello, di una bellezza piena di contrapposizioni che il suo sguardo, dalle sfumature grigie, evidenzia. È certamente ricco e lo dimostra il fatto che una delle poche parole che conosce in francese è la parola “Combien?”, “Quanto costa?”. È un uomo che vuole migliorarsi e apprendere e sa cogliere le occasioni al volo. Christofer Newman, così si chiama, ha fatto fortuna, ha 36 anni e ha un progetto ben preciso: spassarsela, alimentare il suo spirito e poi sposarsi. Desidera una donna arguta, intelligente, che lui vuole amare senza riserve e che vuole rendere libera. Un’amica le presenta la nobile Madame de Cindré, giovane vedova che appartiene all’alta società parigina, decaduta, ma che mantiene con caparbietà il sussiego tipico di chi ha natali antichi che risalgono fino a Carlo Magno. Christopher è pratico, sincero, oggettivo e soprattutto si è fatto da sé, ha costruito la sua fortuna ed entrare in quel mondo è una sfida che vuole combattere, ma a volte la volontà non basta a sovvertire un ordine. Un’impostazione del vivere radicata e che niente riesce a mutare...

L’americano incarna la contrapposizione tra due mondi: l’America ignara, innocente, inesperta, mutevole e il vecchio mondo esperto, vissuto, inalterabile, tema tipico della visione jamesiana. Una scrittura descrittiva che delinea i personaggi attraverso ciò che indossano, le loro espressioni, l’andatura, i gesti, ma anche attraverso le indicazioni dell’osservatore esperto di cui si serve l’autore come punto di vista autorevole. Il narratore esterno fa da padrone in questa narrazione, in cui è proprio lui a descrivere, raccontare, delineare la personalità dei personaggi. Il suo sguardo preciso li inserisce nell’ambiente di cui sono parte, ne indica i pensieri, i desideri, le ambizioni e i limiti. I personaggi dialogano, ma in un certo senso il lettore sa già come andranno le cose, glielo ha già fatto comprendere perfettamente il narratore. Per un lettore moderno e abituato al modo veloce e “intimo” di raccontare la realtà narrativa, questa scrittura potrebbe risultare lenta e ampollosa, ma il lettore che sceglie di leggere il romanzo di uno scrittore come James sa che tipo di scrittura troverà, anzi la cerca e gode della complessità espressiva e della costruzione inanellata. I personaggi sono vividi nei loro bisogni, nel loro modo di essere e di vivere il reale. I dialoghi sono fluidi e la storia si srotola lentamente quando si entra nel mondo della noblesse statica e immutabile e, invece, si movimenta e diventa viva quando è l’uomo del nuovo mondo a parlare. La contrapposizione tra questi due mondi è evidente in ogni momento della narrazione e fa pensare a Rousseau, alla contrapposizione tra nature and nurture così cara a tanta letteratura del passato, ma anche del presente. Il romanzo si apre con una ricca introduzione di Stefania Piccinato che racconta la storia di James uomo e narratore che è molto interessante per inquadrare e comprendere l’opera di questo scrittore e fornisce una bibliografia completa degli scritti sull’opera di James e delle sue opere narrative, che hanno il compito di mostrare quanto grande e sostanziosa sia la sua produzione e di quanto studiata sia la sua opera. Il romanzo uscì all’inizio a puntate e poi ne venne realizzata una prima edizione in volume a Boston nel 1877: questa è l’edizione rivista e riorganizzata, secondo il volere di James, dall’editore McMillan nel 1879. Nel 1891 lo stesso autore curò una rappresentazione teatrale tratta dal romanzo che però ebbe poco successo. Nel 1998 dal libro è stato tratto un film per la tv interpretato da Matthew Modine.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER