La sirena

La sirena

Tre mesi sono troppi per sperare ancora. Un tempo troppo lungo senza sue notizie, un buco temporale che ha interrotto per sempre una confortevole monotonia quotidiana di coppia. Forse è questo che le manca, il conforto di quelle abitudini ormai consolidate a cui difficilmente rinuncerebbe, perché in cuor suo Cia Kjellner già lo sa, sa che Magnus non tornerà da lei né dai loro due figli, e Patrik purtroppo non può che confermarlo. Nessun cadavere è però riemerso dalle acque intorno a Fjällbacka, ma nessun cadavere non vuol dire nessun morto è Patrick Hedstrom - da ispettore navigato qual è - lo sa perfettamente. La sua Erica è a casa col pancione incinta di due gemelli, si sta preparando per una sera di gala all’albergo centrale, è lì che lanceranno il libro di Christian La sirena, si tratta del suo esordio, un romanzo cupo, inquietante e dai lati oscuri, peccato che proprio adesso il suo amico Magnus sia sparito e non possa esserci...

La sesta indagine della scrittrice Erica Falck si svolge nel solito scenario della natia Fjällbacka, una scenografia quella isolana che si presta perfettamente alle atmosfere giallo/livide cui siamo abituati da quando la protagonista svedese ha fatto capolino nel 2002. Questa volta gli elementi di spicco sono: uno scrittore esordiente che riceve lettere minatorie, un cadavere che affiora dalle acque gelide, un passato oscuro che riemerge e riannoda le fila dell’ennesima indagine di Erica, che seppur appesantita nel fisico non perde in lucidità e acume. Possiamo anzi affermare che la maternità dona quel qualcosa in più alla Falck, facendo emergere qualche sua fragilità nascosta. L’intreccio tra letteratura e omicidi funziona, e dopo una prima parte del libro in cui si fa un po’ fatica a seguire gli indizi e farsi una idea ben precisa di cosa sia accaduto, tutto si collega e la trama prende a scorrere veloce e incalzante fino all’epilogo. Alla fine scopriamo a chi si riferisce la sirena del titolo, e abbiamo l’ennesima dimostrazione del talento narrativo della Läckberg, che del giallo nordico può forse considerarsi la regina e con merito, anche se nella personale classifica della saga non metterei La sirena al primo posto. Rieditato con copertina flessibile nella collana universali economici Feltrinelli è una ottima lettura per tutte le stagioni, anche sotto l’ombrellone.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER