Le vite segrete di Twin Peaks

Il dossier è stato rinvenuto il 17/07/2016 sulla scena di un crimine ancora sotto inchiesta ed è stato affidato all’Agente Speciale dell’FBI T.P. per essere analizzato, studiato e verificato. Al suo interno sembra contenere documenti, annotazioni e reportistica effettuati un uomo che si fa chiamare l’Archivista, il quale, a un primo impatto, sembra essere sicuro di quello che dice e in possesso di informazioni decisamente sconosciute ai non addetti ai lavori delle agenzie governative di questo paese. L’agente T.P. non deve però limitarsi ad analizzare e verificare il contenuto del dossier, ma deve controllare quanto esso possa essere collegato con la misteriosa scomparsa dell’Agente Speciale Dale Cooper, al quale era stato assegnato un caso che aveva come punto nevralgico la cittadina di Twin Peaks, situata nello stato di Washington, al confine con il Canada. Lette le raccomandazioni del proprio superiore – il Vicedirettore Gordon Cole – l’Agente Speciale T.P. apre questo ingombrante faldone e inizia la sua analisi. Neanche alla prima pagina però, già nota che questo volume è ben diverso da ciò che si aspettava. L’indagine compiuta da questo misterioso Archivista non parte dai fatti di Twin Peaks di venticinque anni fa, con la risoluzione dell’omicidio Palmer, ma inizia nel lontano 1805, con una spedizione di pionieri guidata nientemeno che da William Clark e Meriwether Lewis…

In una città come Twin Peaks nessuno è innocente. Questo è uno degli assiomi che aiutano a comprendere i misteri terreni e ultraterreni che avvolgono la cittadina immaginaria partorita dalla mente di David Lynch e Mark Frost e trasposta per immagini in tre fortunatissimi serial andati in onda tra il 1990, il 1991 e il 2017. Frost, spirito pragmatico e polivalente che si presta con eguale fortuna alla televisione e alla letteratura, decide di corroborare il ritorno della serie a ventisette anni di distanza dalla messa in onda del primo episodio addirittura con due libri, che si prefiggono il compito di fare chiarezza su misteri irrisolti, “buchi” narrativi e sottotrame frettolosamente abbandonate. Il primo di questi intriganti testi è Le vite segrete di Twin Peaks, un affresco complesso che parte dalle prime esplorazioni dei pionieri nell’Ovest per arrivare fino alle battute conclusive della serie “storica” (che non rivelerò, qualora vi fossero ancora alcuni profani che non l’abbiano vista). E, nel mentre, un oceano di vicissitudini. Frost, utilizzando l’espediente di un dossier riservato compilato da un misterioso Archivista, attraversa quasi duecento anni di storia e si rivela abilissimo nel far interagire l’universo immaginario di Twin Peaks con personaggi realmente esistiti e fatti realmente accaduti, in un mosaico affascinante che coglie nel segno per accuratezza e suggestioni. Approfittando di personaggi solamente abbozzati nella serie originaria, l’autore dà ampio spazio a figure quali Douglas Milford (l’anziano e comico direttore del giornale locale), che qui diventa elemento cardine della narrazione, a causa dei suoi incontri ravvicinati con entità altre (aliene? Extradimensionali? Entrambe?) e del suo ruolo all’interno di arzigogolate trame governative. Frost, oltre a fornire un solido background ai misteri di Twin Peaks, si sbizzarrisce anche nel presentare e mettere a sistema diversi misteri Made in USA, dalla morte di Meriwether Lewis all’incidente di Roswell, dall’omicidio Kennedy al progetto Manhattan, tirando su una cortina immaginifica pregna di cliffhanger che poi, in un modo o nell’altro, si riuniscono tutti, per certi versi, nella cittadina protagonista della serie tv. La narrazione procede quindi lungo un doppio binario, denotando tanto una conoscenza storica e scientifica, quanto una preparazione altrettanto solida sull’universo delle pseudoscienze e dell’esoterismo, in un cocktail al quale risulta davvero difficile resistere. Lo stile del dossier rende un po’ difficoltosa la lettura in alcuni punti, ma le rivelazioni presenti all’interno di questo volume ottimamente confezionato sono perle preziose per i fan più sfegatati di questo mondo che galleggia costantemente in chiaroscuro e dove nulla è ciò che sembra.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER