Prisma Vol. 2

Prisma Vol. 2

Dante è pronto a scendere nell’arena. È riuscito a placare l’agitazione iniettandosi l’α-drelin poco prima dell’inizio dell’incontro. Combattimento dopo combattimento ha raggiunto il sesto girone. David, il suo avversario, viene dal centonovantaquattresimo. Come ogni gladiatore sa bene, a Dite si sopravvive così: vincendo, facendosi amare dal pubblico degli yasud, giurando loro fedeltà incondizionata, scalando il Tabellone... La sveglia suona come ogni mattino da tredici anni a questa parte alle 5:35. Michele sta per iniziare l’ennesima giornata di lavoro in cui tutti si sentiranno in diritto di dargli degli ordini e umiliarlo. Ha rinunciato ad una carriera da fisico teorico, accontentandosi del primo impiego che gli è stato offerto, pur di iniziare a lavorare subito e poter così sposare Giulia. La sua regina. Che dopo anni di matrimonio ed una figlia lo ha tradito e lasciato per un nuovo compagno. Se tutto fosse facile come nella partita a scacchi che da mesi porta avanti contro il computer: una partita di studio, in cui se le cose si mettono male, la combinazione CTRL + Z cancella l’ultima mossa fatta... Nonostante il mandato di cattura interplanetario, Malena la Sanguinaria, la piratessa capitana della Flegias, si sta godendo la sua birra scura al “Ristoro del Gobbo”, covo di contrabbandieri e mercenari sulla stazione orbitante dell’avamposto di Roccaspina, a quarantamila km dall’orbita dei satelliti medicei di Giove. La ragazza che le si para davanti e le chiede di aiutarla a fuggire è la figlia illegittima del proconsole morto da pochi giorni senza un successore... Erre Senzanome ha tredici anni. Assieme a suo fratello Esse, più grande di un anno e otto mesi, rimette in moto vecchie auto abbandonate e le usa per attirare i neoT-rex, i dinosauri resuscitati dall’esperimento di Crichton che accorrono seguendo il rumore. A quel punto basta utilizzare il fischietto speciale: l’emissione della nota letale fa stramazzare i rettili al suolo, e una volta confermata l’uccisione, i crediti del Premio Disinfestazione vengono caricati sul conto. Eppure Erre detesta uccidere... Irene vive a Sciolze. Un tempo è stata felice: ricorda le avvincenti storie della buonanotte che, da piccola, le raccontava Luciano, l’amico di suo padre e suo ex commilitone. L’uomo che le ha regalato la ricetrasmittente il giorno del suo decimo compleanno: il dono più bello mai ricevuto...

Il secondo volume di Prisma mantiene fede all’impegno della casa editrice di pubblicare annualmente un’antologia di racconti di fantascienza in cui dar spazio soprattutto a scrittori emergenti. Il risultato è una raccolta di dieci storie, alcune davvero ben congegnate, altre meno, tutte caratterizzate da genuina passione per il genere. Veronica De Simone, milanese, con una passione per il fantasy, più nota con lo pseudonimo di Himenoshirotsuki con cui si è fatta conoscere sul portale fan fiction EFP” e attiva sulla piattaforma “Wattpad”, inserisce nel suo Fanghiglia rimandi alla Divina Commedia in una cornice da Hunger Games dando prova di scrittura fluida e godibile, benché a tratti acerba. Ben riuscite declinazioni al femminile si ritrovano ne La risposta della Bestia di Linda De Santi - autrice che ha già preso parte ad antologie come Distòpia, uscito per Mondadori sotto la storica egida di “Urania” e Storie straordinarie per vite ordinarie - che cela dietro la sua narrazione un percorso di scoperta di sé, crescita interiore ed autodeterminazione, e nella breve e dinamica trama di Malena di Mala Spina, appassionata di grafica ed illustrazione digitale e già vincitrice del premio per il miglior libro-game nella categoria “romanzo interattivo” al “Lucca Comics and games 2019” con il suo Gremlins ad alta quota. Se nell’avventuroso Conta fino a tre di Axa Lydia Vallotto (vicentina, classe 1996, con il sogno nel cassetto di diventare astronauta) si odono reminiscenze della serie cinematografica Mad Max, Antonino Fiore (redattore del portale dedicato ai videogiochi “Eurogamer”)  in Pellegrino Nove rende omaggio esplicito ad Asimov ed alle sue tre leggi della robotica. Dopo l’esordio su Prisma 1, tornano L.K. Peka, chietino, con il post-apocalittico La leggenda di Macmet di Boscoruggine - che lascia diversi fili della trama in sospeso, forse in vista di ulteriori sviluppi - e Diletta Crudeli, fondatrice di “Spore”, rivista dedicata al fantastico che nel criptico Quello che gli uomini lasciano indietro inserisce una vena horror e dettagli che accenderanno qualche lampadina nella mente degli estimatori dell’anime Neon Genesis Evangelion. Colpisce per inventiva ed originalità nonostante un finale sottotono, il caotico, quasi lisergico Slittamento di Guido Bertorelli, autore, illustratore e creatore di giochi da tavolo. I racconti destinati a restare maggiormente impressi nel cuore del lettore sono quelli di Stefano Spataro - che collabora con riviste come “Wired” e con il portale “fantascienza.com” -, che nel suo CTRL+Z rielabora in modo originale il tema della macchina del tempo e degli universi possibili che vengono generati da ogni scelta eseguita, in un “crescendo” emotivo dal finale inatteso, e di Daniele Nadir (qui la sua intervista a Mangialibri), cofondatore della rivista di narrativa macabra e fantastica “Strane Storie”, autore di diversi racconti e de Lo stagno di fuoco , romanzo d’esordio di successo, che nel suo affascinante, bellissimo Radio Ga-Ga riversa poesia, paure e ansie di scoperta di una ragazza che incontra l’ignoto nel momento di passaggio tra l’infanzia e l’adolescenza.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER