Riverdale - Fuga dalla città

Riverdale - Fuga dalla città

Estate. Tempo di relax, di passeggiate, di chiacchiere tra amici, di nuotate nel fiume Sweetwater. L’estate è il tempo in cui i ragazzi possono finalmente dedicarsi solo a loro stessi, dimenticare il tremendo anno scolastico e tutte le vicissitudini appena trascorse. Betty sta faticosamente superando, o tentando di superare, il trauma dovuto a suo padre; Veronica è sempre più in lotta con suo padre Hiram e sua madre Hermione che stanno lentamente mettendo le mani su tutta la città; Jughead deve cercare di tenere in piedi i Serpents, la gang a cui appartiene e che lentamente si sta sfaldando. Ma il vero problema è Archie. È accusato ingiustamente dell’omicidio di Cassidy Bullock durante una aggressione subita dai quattro amici nella villa di Veronica: Hiram è riuscito ad incastrarlo. Il giovane sarà sottoposto a brevissimo all’ultimo atto del suo processo. Mancano solo due giorni e la tensione è palpabile. Veronica vorrebbe che Archie si godesse il tempo che resta fino al processo, senza brutti pensieri. Che fare allora? Magari allontanarsi da Riverdale potrebbe essere salutare. Solo loro quattro. A godersi un lungo weekend estivo nella tenuta dei Lodge. Chiacchiere, risate, bagni di mezzanotte. Via i brutti pensieri, via le angosce. Eppure anche lontano da Riverdale i problemi sembrano seguirli. Chi li sta spiando? Sono gli uomini di Hiram Lodge? O c’è qualche altro che vorrebbe fare del male ai quattro amici?

Fuga dalla città è il secondo romanzo ispirato alla serie tv Riverdale. Micol Ostow cavalca il successo televisivo regalando ai più accaniti fan della serie un romanzo che ci lascia davvero con il fiato sospeso. La trama è densa, il plot serrato. Ritroviamo i protagonisti – Archie, Betty, Veronica e Jughead – esattamente dove si interrompe la seconda stagione della serie tv. Archie deve affrontare un processo per omicidio. Tutti sanno che è innocente ma la sua vera colpa è quella di essersi messo contro Hiram Lodge. Betty deve elaborare il lutto per quel che è accaduto a suo padre: ha scoperto che è un serial killer e non è facile riuscire a sopportare tutto il dolore. Veronica ha dichiarato guerra alla sua famiglia e Jughead cerca di mantenere uniti i Serpents. Per nessuno di loro è un buon momento. In una enorme villa isolata in montagna i ragazzi sono di nuovo in pericolo. Stavolta devono cavarsela da soli, non hanno nessuno che possa correre in loro aiuto. Micol Ostow ha una scrittura semplice e coinvolgente, il lettore resta incollato alle pagine del libro e ha voglia di sapere come andrà a finire. Una operazione perfettamente riuscita quella dell’autrice che ci regala ore piacevoli di lettura che scorrono senza che ce ne rendiamo conto. I ragazzi sono parte della nostra famiglia ormai. E alla fine non ci resta che aspettare il terzo romanzo e le nuove stagioni di Riverdale.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER