Sirenette magiche

Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Ella Brook abita a Cherrywood con i genitori, ha un fratellino che adora e un grande segreto che non può rivelare a nessuno: sua mamma è una fata. In realtà anche la zia e la nonna lo sono e da grande lo diventerà anche lei, come tutte le donne delle sua famiglia. Per la mamma funziona così: “le basta pestare i piedi per terra tre volte, battere le mani, agitare i fianchi, dire "Marshmallow"...e puf! eccola trasformata in Fata Mammetta. Poi, se pronuncia la formula magica Mela caramellata, torna a essere la mamma”. Peccato che la mamma sia un po’ sbadata, spesso confonde o dimentica le formule e quello che combina sono più dei pasticci che vere magie. Come quella volta che, stufa di colorare insieme a Ella, si è trasformata in Fata Mammetta e dopo aver esclamato Coloraridù! i pennarelli si sono messi a colorare da soli, prima sul foglio, poi sul tavolo e infine sui muri! Oppure quando la zia ha organizzato il suo compleanno in un negozio di ceramiche speciali e la mamma, la zia e la nonna, visti gli scarsi risultati, hanno fatto una gara per creare il vaso più bello, con l’unico risultato di creare invece un gran pasticcio e dei vasi orribili! Ma quando ci sono le emergenze Fata Mammetta invece riesce a cavarsela alla grande, come quella volta che, mentre erano in vacanza, è andata in cerca delle sirene per aiutare una piccola balena arenata a ritrovare la strada verso il mare aperto. Insomma, la vita di Ella è decisamente movimentata e anche lei non vede l’ora di poter diventare una vera fata, nel frattempo apprende più che può da mamma, zia e nonna…

Sophie Kinsella è un’autrice inglese molto conosciuta, soprattutto tra il pubblico adulto, grazie alla fortunata serie di romanzi I love shopping. I libri di Fata Mammetta (Sirenette magiche è la quarta avventura della serie) sono i primi destinati ad un pubblico di bambini: avventure divertenti e con quel pizzico di ironia tragicomica che ben delinea lo stile dell’autrice. Quattro brevi racconti illustrati in bianco e nero da Marta Kissi che ruotano attorno alla vita di Ella Brook e alla magia che spesso viene usata anche per le cose più banali, finendo però per complicare le cose invece che facilitarle. Il messaggio della Kinsella è chiaro: avere dei poteri è affascinante, ma sapere di avercela fatta con le proprie forze e non grazie ad un trucco è senza dubbio più gratificante e più corretto nei confronti degli altri, perché a volte si è magici rimanendo semplicemente se stessi, senza ricorrere a bacchette speciali o trucchi. Alla fine delle quattro avventure sono presenti giochi e un esperimento per creare un vulcano (che erutta davvero).

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER