Spostando l’acqua in un tuffo

Roma, ventotto di luglio. L’autore sta per suonare all’Accademia Filarmonica Romana. Dovrebbe essere emozionato, ma la sua mente è tutta rivolta a quello che accadrà dopo il concerto: si imbarcherà a Termoli e attraverserà l’Adriatico per approdare finalmente a Lastovo, l’isola dove è nata sua madre, la terra di cui ha sempre sentito parlare... Montreal, Canada. Arturo Romita siede a fatica su un letto d’ospedale. Il dolore è sempre molto forte nonostante le massicce dosi di morfina. Il canto degli uccelli fuori dalla finestra gli ricorda stralci di un passato che sembra ormai lontanissimo. Mentre a poco a poco le forze lo abbandonano, inizia a parlare in italiano, la sua lingua materna, all’infermiera che di lui si prende cura. Le chiede se abbia mai sentito parlare dell’isola di Lagosta. Si trova in Croazia, dice, è un’isola bellissima. Lui non la vede da trent’anni almeno, ma ora tornerà da lei, Lagosta, Lastovo, l’isola dei sogni... Una vecchia foto, un’istantanea degli anni Venti. Persone in posa sul ponte di una nave, rotta Spalato-Lastovo. Nicola Romita sorride al centro della foto, la sua mano stringe quella di un bimbo, forse lo zio Arturo... La donna apre l’agenda, compone il prefisso della Croazia, poi il numero annotato. Tre, quattro squilli. Una voce finalmente risponde: “Alò!”. L’uomo al telefono parla italiano, la donna chiede informazioni su una possibile sistemazione, lei e il marito vorrebbero soggiornare a Lagosta. La donna si chiama Angela Romita, “Tilde”, ed è nata sull’isola. Porta un cognome importante, che l’uomo immediatamente riconosce: quello di Nicola Romita, dei Grandi Magazzini Lagostani...

Ermanno Dodaro – contrabbassista, compositore e autore di canzoni e colonne sonore per teatro e cinema – e Tullia Ranieri – artista, scrittrice e attrice – ci consegnano un breve, bizzarro, intenso, atipico e godibilissimo diario di viaggio, un mosaico di narrazioni e impressioni che ripercorrono a ritroso una storia familiare. Un “biglietto”, si legge nella prefazione, per un viaggio fisico e sentimentale che parte dall’Italia – da Roma, dove Dodaro nasce, passando per la Puglia, terra d’origine della sua famiglia – e approda a Lastovo, isola croata che fu italiana sino alla caduta del fascismo. È proprio Lastovo – Lagosta, Augusta Insula, Ladeston, l’isola dai molti nomi, l’isola “ubriaca di luce” – la protagonista indiscussa di queste brevi pagine: terra scelta per ricominciare dagli avi di Dodaro e che anche per l’autore segna l’inizio di un viaggio di riscoperta attraverso i volti e le storie che l’hanno animata. Storie scolpite nella memoria e nei racconti tramandati, dal nonno Nicola Romita col suo emporio ai tuffi perfetti della zia Pina, dagli zii Arturo e Totore arruolati a forza nelle milizie titine all’addio all’isola materna della piccola Tilde sul piroscafo che riporterà la sua famiglia in Italia. Storie che parlano anche di un trauma collettivo, dell’ingiusto esilio di una comunità marchiata “in modo indelebile dal segno della vergogna”. Di tutto questo Spostando l’acqua in un tuffo si fa portavoce, mentre ripercorre l’intreccio inestricabile tra storia familiare e Storia recente e dà voce ai volti cari e agli splendidi luoghi della memoria, ad una terra poco conosciuta ma che ha molto da donare a chi vorrà cercarne i contorni. Impreziosito da ritratti in bianco e nero, pubblicità e cartoline d’epoca e da una prosa delicata e appassionata, questo libro è un piccolo atto d’amore, che fissa su carta l’incanto della scoperta di origini a lungo sognate e finalmente vissute, il dolore di un passato da serbare, la magia e la tenerezza di quell’attimo “che ha trasformato un puntino verde su di una carta nautica in un’isola vera con storie, persone, vite vissute con gioia e con dolore fino all’ultimo istante e perciò degne di essere raccontate”.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER