Salta al contenuto principale

Storia della tortura

Storia della tortura
Dalla nobiltà degli egizi che la aborrivano come mezzo investigativo alla progressiva 'democraticizzazione' della tortura del mondo ellenico e romano - che dapprima riservava questo terribile trattamento solo agli schiavi e via via nei secoli lo ha esteso la a fasce sempre più larghe della popolazione - dalla paradossale insana passione dell'Inquisizione della Chiesa cattolica per la sofferenza inflitta (spesso peraltro a vanvera) alla sostanziale 'entrata in clandestinità' della tortura istituzionale tra il '700 e l'800, la millenaria storia della tortura si è sovrapposta a quella dell'uomo. Ma quali sono stati (e sono) i metodi più diffusi? Quali i più crudeli strumenti utilizzati?
Un saggio che parte da premesse talmente interessanti e – in un loro corrusco, agghiacciante modo, s'intende – fascinose che rischia di deludere molti lettori per come gli spunti iniziali sono svolti. L'impressione è quella di una fastidiosa disomogeneicità dei vari capitoli, di un tono spesso fuori sincrono (soprattutto quando si colora di ironia e denuncia morale). A onor del vero Giovanni Laterra, studioso di armi pugliese e toscano d'adozione, nella prefazione mette le mani avanti, ammettendo di non aver voluto col suo agile volumetto stilare una guida esaustiva dei metodi di tortura, quanto piuttosto una panoramica sulle motivazioni del torturare, sulla strategia insomma, potremmo dire persino sulla filosofia dell'infliggere dolore strumentalmente. Ma l'excusatio non petita non cambia la sostanza delle cose, anche perché in realtà nel libro della suddetta filosofia ce n'è ben poca: troppo spesso nel volume si parla di metodi di esecuzione capitale e non di tortura (e si tratta di cosa ben diversa), e le divagazioni storiche più che una ricchezza a tratti sembrano una scappatoia per aggiungere qualche pagina al prodotto finale. Anche lo stile, spesso involuto e farraginoso, non aiuta la lettura. Ma attenzione: quando l'autore si limita a coinvolgerci in un freddo elenco da ragioniere di lame, ingranaggi, chiodi, funi, insomma quando si fa l'inventario del dolore, allora Storia della tortura sì che funziona, che ci dona emozioni forti, orrore vero. Doveva essere tutto così.