Ventuno verità sull’amore

Ventuno verità sull’amore
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Articolo di: 

Una delle liste di Daniel riguarda anche sua moglie Jill. Daniel ama tantissimo la consorte, ma cerca di adottare tutti gli espedienti possibili affinché non rimanga incinta, perché lui di avere un figlio proprio non se la sente. “Rifiutarsi di fare sesso/Fingere l’orgasmo/Usare il preservativo a sua insaputa/Sottoporsi a vasectomia a sua insaputa” e la lista continua sino all’ultima curiosa riflessione sull’eventuale finto godimento. Questa è la lista dell’1 novembre ben differente da quella del giorno dopo, 2 novembre, che invece disquisisce apertamente sulla situazione economica dei coniugi. “Finanze/Risparmi 11.562, Entrate/Quanto dichiaro a Jill 1800/Realtà 773/Jill 2900”. Naturalmente Daniel non può esimersi da fare la lista di tutte le spese e una previsione alquanto azzardata dei mesi in cui resteranno senza soldi, pronostico di cui Jill ignora assolutamente l’esistenza. La lista del 4 novembre è decisamente bizzarra, in quanto contenitore di privazioni più o meno dolorose e sacrificanti. “443 giorni senza ciambelle con glassa al cioccolato/12 senza gomma da masticare/19 senza piangere/3 senza clienti cafoni/5647 senza il papà”. Due ore più tardi, esattamente alle 8.10, la lista comprende ben altre riflessioni riguardanti i problemi di un bugiardo. Effettivamente le problematiche relative a chi mente sono decisamente impegnative. Il bugiardo finge con chi ama, si vergogna tremendamente quando viene beccato e per non parlare del fatto che le bugie nascondono lati terribili della persona. Non bisogna mai dimenticare che una bugia tira l’altra e che il bugiardo celerà sempre la verità! In realtà i mendaci assomigliano in qualche modo ai protagonisti di ogni capitolo di Jurassic Park. Lo scopo dei menzogneri non è certo quello di fare del male a qualcuno: la loro unica finalità è nascondere il problema, non rendendosi conto che in questo modo non fanno altro che ingigantirlo, perdendone totalmente il controllo. La lista del 4 novembre ore 8.40 si conclude con una “domanda seria” su tutti i film di Jurassic Park: “Perché non creare solo dinosauri erbivori? Il brontosauro non è forse come il Purgatorio? Il brontosauro prima era un dinosauro, poi non lo è stato più e adesso tutto sommato potrebbe anche esserlo”…

Uno stile narrativo particolare e audace quello che caratterizza Ventuno verità sull’amore, quinto romanzo di Matthew Dicks, insegnante, giornalista, blogger e drammaturgo americano. Una linea di scrittura che si allontana da quelle convenzionali e abbraccia una narrazione che non comprende dialoghi e voce narrante, ma solo un’infinità di liste. Il protagonista Daniel Mayrock ha una passione sconsiderata per le liste, che a suo parere sono più facilmente assimilabili e quindi semplici da ricordare. Il lettore si ritrova a fronteggiare una quantità considerevole di elenchi, da quello dei messaggi di Jill la moglie di Dan, alla lista della spesa, a quella dei consigli di lettura che il protagonista elargisce in libreria. I capitoli sono suddivisi per mese e poi esaminati per giorni e alcuni di essi anche per ore, permettendo così a chi legge di avere sotto controllo tutta la situazione di Dan. L’uomo, ex insegnante insoddisfatto, ha deciso di investire nel suo sogno aprendo una libreria, con tutti i rischi che il settore comporta e cerca di tenere tutto sotto controllo compilando un numero infinito di liste. In realtà Dan vorrebbe controllare tutto quello che sembra sfuggire totalmente alla sua vigilanza, compresa la situazione economica, e questo è il vero senso della sua mania per gli elenchi. Una narrazione alquanto originale quella adottata da Dicks, divertente e simpatica, che lascia spazio sì all’ironia, ma anche alla tristezza, all’inquietudine e alla rabbia. Un personaggio ben disegnato quello di Dan a emblema delle paure dei nostri tempi. L’uomo non si sente mai all’altezza, teme di non riuscire a dare un futuro al figlio in arrivo, si mette in discussione continuamente se pur in maniera malata, finendo per vivere nell’ombra dell’ex marito di Jill. Nonostante tutti i suoi timori e i suoi errori non voluti, Dan di coraggio ne ha però da vendere. Lascia un posto di lavoro solido per rincorrere un sogno, cerca di cambiare delle cose per donare alla moglie più amore e tempo. Fa una scelta ancora più coraggiosa quando decide di guardare indietro e rimettere in discussione il rapporto con la famiglia d’origine e in particolare quello decisamente problematico con suo padre. Solo guardandosi dentro e confrontandosi con la realtà, l’uomo potrà recuperare serenità e attendere con fiducia la bellezza di un futuro migliore. Una lettura che va assaporata e lentamente assimilata, fino a quando non si arriva al punto di non ritorno, quello in cui il lettore si ritrova ad essere un tutt’uno con Dan e non più spettatore inerme delle sue scelte e della sua vita, sentendosene quasi parte attiva. Quel punto in cui non si può non parteggiare per il protagonista e quasi si freme con lui alla scoperta delle ventuno verità sull’amore. Matthew Dicks, (vincitore ancora nel 2019 del primo premio per la scrittura umorista assegnato dalla Connecticut Society of Professional Journalist, con il suo Ventuno verità sull’amore), consegna al lettore un romanzo gradevole, se pur in parte complesso e con qualche breve tratto stucchevole, che offre diversi spunti di riflessione e una punta di umoristica realtà.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

PUBBLICITÀ

 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER