Voci partigiane

Voci partigiane
Tra Michele Sadda ed Enrico detto “Tirana” poiché ha fatto la campagna d’Albania esiste una questione privata che nessuna guerra può arginare. Figaro, compagno di Enrico nella brigata partigiana, lo ha intuito ed ora mentre sono stati presi da un commando tedesco e dallo stesso Michele sa che i nodi verranno al pettine... In guerra non c'è spazio per la poesia, il Poeta lo sa bene. E non ci ha pensato due volte a coprire la fuga del compagno Lupo e della giovane staffetta Lisetta, peraltro incinta, richiamando l'attenzione della pattuglia nazista che li ha sorpresi... Lisetta attende con fiducia il ritorno di Matteo, partito al fronte. Ora che è diventata madre, sbarca il lunario dalla ricca signora Giovanna, e cerca di svolgere le sue due mansioni nella maniera  migliore possibile. Anche perché alla fine quella casa è piena di segreti...
Ritornare ancora oggi sulle vicende che soprattutto al centro nord caratterizzarono la ormai mitica Resistenza può essere un gioco rischioso. Moltissimi romanzi nei decenni passati hanno narrato bellezza, storture, personalismi. Tuttavia, nella convinzione che l'esercizio dello scrivere sia anche memoria e culto del passato, il libro di Simona Teodori si propone come una riuscita operazione artistica. Buono lo stile, che è sì misurato ma agile, diretto, qualche volta infarcito con espressioni gergali o dialettali che lo rendono più credibile, mimetico. In realtà è una trasposizione di narrazioni orali, fatti accaduti. E come più volte emerge nel narrato della scrittrice, l'attenzione è focalizzata sulla forza e la dignità di vite che sono state comunque segnate da un evento come la Seconda Guerra mondiale di cui non erano responsabili ma in cui sono stati comunque protagonisti, anche nel loro microcosmo quotidiano.

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER