Salta al contenuto principale

L’ultimo diavolo a morire

L’ultimo diavolo a morire

Fine 2022. Brighton e Coopers Chase, Kent. Kuldesh Sharma ha quasi ottant’anni. Ha parcheggiato alla fine di una strada sterrata verso le 23 del 27 dicembre, è in attesa. Ha ormai preso una decisione rispetto alla scatola che gli avevano portato con dentro centomila sterline di eroina, un servizio di custodia che è solito accettare per integrare gli introiti del negozio di antiquariato. L’ha messa al sicuro e sta organizzando il da farsi. Nevica. Arriva l’auto che stava aspettando. Gli sparano attraverso il finestrino, muore. Un po’ tutti i componenti ottantenni (circa) della banda dei delitti del giovedì (hanno già risolto vari casi e hanno un buon rapporto con i poliziotti locali) lo conoscevano e ne avevano anche indirettamente parlato il giorno di Santo Stefano al ristorante per la festa. Kuldesh si era sempre più legato a Stephen, il marito di Elizabeth, la più esperta (aveva pure lavorato nei Servizi Segreti), ormai tragicamente affetto da perdita di memoria. Lei sa che prima o poi dovrà farlo ricoverare (o devono trovare qualche altra soluzione). La scatola veniva dall’Afghanistan ed era stata portata all’antiquario da Dom Holt, braccio destro del trafficante Mitch Maxwell, che gestisce anche un magazzino di copertura nel Sussex e ha il suocero capo di una delle più grandi bande di Manchester. Dovevano essere poi gli spacciatori a riprenderla nel negozio, ma qualcosa è andato storto: Kuldesh è stato trovato morto, la scatola è scomparsa, la polizia li bracca. E, soprattutto, i vecchietti stanno iniziando a indagare approfonditamente con acume deduttivo, pericoli e guai per tutti sono destinati a moltiplicarsi, alla fine i cadaveri saranno inevitabilmente tanti...

Il noto regista produttore, affermato conduttore televisivo e notevole autore narratore britannico Richard Thomas Osman (Billericay, Essex, 1970), sociologo di formazione, in un'asta di dieci editori nel 2019 ha venduto i diritti dei due romanzi d'esordio, The Thursday Murder Club (2020) e The Man Who Died Twice (2021), per una somma di sterline a sette cifre. La serie letteraria ha poi effettivamente avuto molto successo, crime con esilarante British Humour, attento a realistici risvolti sia criminali che affettivi. La narrazione è in terza varia al presente, le trame sapientemente arzigogolate. Il terzo romanzo è uscito nel 2022, questo è il quarto, il quinto sembra previsto per il 2025, mentre intanto nel 2024 uscirà a settembre la prima avventura di una nuova serie, We Solve Murders. Coopers Chase è un lussuoso villaggio per pensionati nel Kent, via via alcuni restano vedovi e vedove, chi sopravvive si mantiene pimpante e scaltro, con pulsioni vitali ed emozionanti, privilegiando curiose indagini delicate e complesse. In questo caso vi sono sempre nuovi diavoli da catturare (da cui il titolo), tanto più quando si pensa di chiedere consiglio all’affascinante ammanicata criminale in prigione Connie Johnson e quando alla stazione di polizia di Fairhaven (con i simpatici Chris e Donna) arriva Jill Regan dell’Agenzia Nazionale per il Crimine. Fra genero e suocero la scazzottata viene facilitata dalle bottiglie regalate di finissimo spumante inglese. Jill si confessa ascoltando Tiny Dancer al pianoforte.