Salta al contenuto principale

Mrs. Kimble

Mrs. Kimble
Birdie, Joan e Dinah. Virginia, Florida, Washington. Tre donne, tre luoghi profondamente diversi, tre storie accomunate da un solo fattore: Ken Kimble. Seduttore e bugiardo, ambiguo e privo di scrupoli, sposerà dapprima Birdie, diciottenne studentessa del college in cui lui, da reverendo, dirige il coro, per poi abbandonarla con due figli. Joan lo incontra invece in una fase delle sue metamorfosi che lo vede hippy, anche se un po’ attempato, manutentore di giardini. Infine Dinah, la ex babysitter dei suoi due figli, che cede al fascino di quest’uomo maturo e ora benvestito che lavora nel mercato immobiliare...
L’americana Jennifer Haigh riesce ad indagare in modo delicato, elegante, ma allo stesso tempo non indulgente quel cortocircuito tipicamente femminile per cui poste di fronte all’evidenza di un tradimento o di una incapacità maschile, ci si ostina a non voler guardare. E allora arriva l’alcool, allora arriva il declino personale, allora infine arriva il desiderio di lasciarsi andare. Il camaleontismo del protagonista, Ken Kimble, pronto a reinventarsi per ciascuna delle sue donne, è l’unica caratteristica di una personalità che la scrittrice lascia interamente indefinita, sfuggente, appunto talmente mutevole da non permetterne una definizione. Una storia unica narrata attraverso lo sguardo innamorato di tre donne profondamente diverse fra loro, forse soltanto unite, più che da un uomo privo di scrupoli, da una comune e commovente fragilità.