Salta al contenuto principale

Natura morta

Natura morta

La vita nel piccolo villaggio di Three Pines scorre tranquilla. In quel paesino del Quebec incastonato tra i boschi rigogliosi di aceri sembra che niente possa turbare una quotidianità fatta di passeggiate lungo i sentieri, chiacchiere nel bistrot, serate tranquille con gli amici davanti ad un caminetto a cena. Eppure il quieto tran tran degli abitanti viene bruscamente interrotto dalla morte improvvisa di Jane Neal, insegnante in pensione amata e rispettata da tutti, una donna riservata, mite e gentile. Il corpo senza vita della donna viene ritrovato lungo il sentiero che da casa sua porta in paese nelle prime ore della mattina: a indagare sull’accaduto viene chiamato l’ispettore capo Armand Gamanche, uomo di esperienza, responsabile della Omicidi, perché fin da subito è chiaro che si tratta di una morte sospetta. Quel piccolo foro sul morbido cardigan della vittima lascia poco spazio ai dubbi nella mente dell’ispettore. Ma chi poteva voler morta Miss Neal? Chi avrebbe potuto anche solo far male ad una donna così? La morte - sempre crudele - lo appare ancora di più in quel momento della vita di Jane, che per la prima volta aveva trovato il coraggio di presentare un suo quadro per la mostra che ogni anno veniva organizzata in città, un quadro che però anche all’interno della sua cerchia di amici, artisti più o meno affermati, aveva destato curiosità, interesse, sbigottimento e stupore...

Un romanzo avvincente, appassionante, capace di catturare il lettore e di trasportarlo nei luoghi, negli odori, nei colori e nei sapori di una storia coinvolgente fin dalle prime pagine. Un romanzo che - come racconta l’autrice -, “non sarebbe mai stato notato fra i tanti altri magnifici romanzi in cerca di editore senza la generosità della Crime Writers’ Association in Gran Bretagna” anche se è difficile crederlo, perché siamo di fronte ad una storia costruita talmente bene, con personaggi talmente “vivi” e riusciti che è difficile immaginare un destino diverso. Non è certo per la generosità altrui che Louise Penny ha vinto moltissimi premi raggiungendo i vertici nelle classifiche di “New York Times”, “Usa Today” e del “Globe and Mail”. E non è certo per caso che i suoi romanzi che hanno per protagonista l’Ispettore Armand Gamache siano tradotti in trentuno lingue. Questo è il primo della saga, anche se in Italia viene pubblicato per settimo. È in arrivo anche una serie Amazon Prime Video ispirata ai romanzi, con protagonista Alfred Molina.