Parte il progetto STORYBOOK, promosso da ATON IT, capofila di un raggruppamento di imprese, con l’obiettivo di sviluppare una innovativa piattaforma IT di Digital Storytelling che consenta ai piccoli e medi editori digitali l’ampliamento del proprio mercato. Obiettivo della piattaforma è utilizzare contenuti testuali e multimediali presententi nel Web per costruire “una storia” del prodotto che promuova la fruizione e l’acquisto dello stesso.

Ammesso a finanziamento da Regione Lazio nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio – PROGETTI DI INNOVAZIONE DIGITALE”, il Progetto STORYBOOK, sviluppato in collaborazione con L’Erma di Bretschneider di Roma, storica casa editrice fondata nel 1896, si presenta come una vera e propria vetrina di prodotti editoriali composta da libri, articoli e altro materiale culturale e audiovisivo, messa a disposizione dell’utente finale per consultazione, valutazione e acquisto.

La grande innovazione all’interno di questa piattaforma è la funzione di Digital Storytelling, vale a dire la possibilità di utilizzare articoli, post, video, foto ed audio pubblicati nel Web, come mezzo promozionale che promuova la fruizione e l’acquisto dei prodotti editoriali.

“Le aziende devono intercettare il consumatore in quello che ormai è diventato il suo habitat naturale, mentre naviga in Internet alla ricerca di informazioni sul prodotto da acquistare o mentre scorre la home di Facebook, o ancora mentre guarda un video su YouTube. Il Digital Storytelling, pertanto, offre nuove opportunità di comunicazione e di coinvolgimento del consumatore attraverso strumenti che egli conosce bene e che utilizza spesso” spiega Fabio Maria Petriccione, Senior Project Manager di ATON IT.

Mentre il lettore specializzato - ricercatori e studiosi - non utilizza e non ha fiducia nella "Saggezza Popolare”, il lettore generico - che potenzialmente può costituire un nuovo mercato per tale editoria - è invece portato a vedere cosa di un libro si dice sulla rete, gli argomenti che esso tratta, e così via. Le moderne tecnologie digitali come il Web ed i Social Media diventano campo fertile in quanto grazie ad esse è possibile ritrovare un flusso continuo di storie e racconti, prodotti non solo dalle imprese a fini pubblicitari ma soprattutto dagli stessi utenti che sempre di più sfruttano la forza comunicativa di tali mezzi per raccontare esperienze ed emozioni.

“La realizzazione di una piattaforma di Digital Storytelling rappresenta per ATON IT un’interessante opportunità di business e di ampliamento della propria offerta – spiega Fulvio Duse, Direttore Generale del Gruppo ATON.  Questa non si limita alla editoria, ma è performante anche in quelle aree o settori in cui i contenuti creativi possono avere un peso rilevante in termini di marketing e vendita on line, sia di prodotti che servizi. I principali settori in cui la piattaforma di Digital Storytelling può trovare potenziale applicazione sono: educazione, turismo culturale, IT, artigianato e agro-alimentare ad alto contenuto qualitativo. Settori che di fatto non appartengono alla sfera culturale creativa in senso stretto, ma presentano forti complementarità strategiche con quest’ultima”.

Prosegue il percorso nella digitalizzazione nel settore audiovisivo e culturale di ATON IT,  già avviato con la creazione della piattaforma ARCA (Academic Research Creativity Archive) - sviluppata in collaborazione con la Sapienza Università di Roma e L’Erma di Bretschneider -  che consente, tramite abbonamento, la fruizione di un innovativo servizio di consultazione online, ricerca per temi e associazioni semantiche, con possibilità di estrapolazione e acquisto personalizzato di contenuti testuali e audiovisivi.