Torna il festival di narrativa poliziesca La Passione per il Delitto con un’edizione rinnovata nei contenuti e nelle sedi: accanto all’ottocentesca Villa Greppi, in cui la manifestazione è nata diciannove anni fa, quattro Comuni del territorio, che fanno parte del Consorzio Brianteo Villa Greppi, ospiteranno altrettanti incontri.

Una trentina di ospiti tra scrittori, giornalisti, saggisti, autori di libri di genere usciti nell’ultimo anno, per passare l’intera domenica a Villa Greppi, con tanto di picnic giallo e noir.

Ideato da Paola Pioppi, il festival è realizzato grazie alla collaborazione tra l’associazione La Passione per il Delitto e il Consorzio Brianteo Villa Greppi, ente pubblico promotore di numerose rassegne culturali nel territorio della Brianza, proprietario della prestigiosa sede di Villa Greppi e finanziatore di un’edizione ancora più speciale -  quest’anno - dato il momento storico non semplice che stiamo attraversando.

Il Festival si conferma una delle manifestazioni dedicate alla narrativa di genere più longeve in Italia, la cui prima edizione risale al 2002. Per raccontarlo in numeri, sono quasi 700 gli ospiti che hanno partecipato alle diciotto edizioni passate, oltre 70.000 le presenze di pubblico, 320 incontri complessivi con autori italiani e stranieri, 60 laboratori per bambini, 20 mostre d’arte con più di 150 artisti coinvolti. Una storia importante che testimonia l’interesse, ancora forte, per il genere letterario noir e poliziesco che richiama ogni anno numerosi appassionati.

Il programma dell’edizione 2020 è ricco di proposte narrative delle più note case editrici italiane ma anche di piccole o esordienti, capaci di presentare al mercato e ai lettori nuove voci inedite e interessanti.

“Villa Greppi non si è fermata durante il lockdown, garantendo la programmazione culturale in streaming – commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi – e oggi che abbiamo la possibilità di tornare a vivere la cultura in presenza abbiamo deciso di implementare le nostre produzioni culturali per offrire ancora più occasioni al pubblico. Con La Passione per il delitto 2020 aumentiamo gli incontri con gli autori, li distribuiamo anche nelle giornate successive e nelle sedi dei nostri Comuni e programmiamo una diretta online per l’intera giornata di domenica, per permettere a tutti coloro che vogliono vivere il festival di poterlo fare senza le limitazioni di capienza, che dovremo rispettare, dell’Antico Granaio di Villa Greppi. Vi aspettiamo dunque in sede o sulla nostra pagina Facebook: una nuova modalità di fruizione con cui Villa Greppi moltiplica la cultura e la fa arrivare a tutti”.

“È una grande soddisfazione poter presentare questa edizione 2020 del festival, organizzata con difficoltà e scendendo a compromessi con qualche rinuncia dei contenuti collaterali, ma che nonostante tutto non ha perso la sua identità, e l’ottima qualità degli ospiti che hanno accettato l’invito ad essere presenti” – dichiara Paola Pioppi, ideatrice e curatrice del festival.