Sono appena stati annunciati i vincitori della prima edizione del Premio Mastercard Letteratura, il nuovo riconoscimento  per la narrativa italiana sostenuto da Mastercard con l’obiettivo di  essere vicini a chi, in Italia, coltiva la passione per i libri.

È Melania G. Mazzucco con L’architettrice (Einaudi) ad aggiudicarsi il Premio Mastercard Letteratura 2020.

“È importante che Melania Mazzucco abbia dato voce a una donna che è scomparsa. La storia è piena di donne di grande qualità, di grande talento, che sono state taciute, silenziate, dimenticate” commenta Dacia Maraini, giurata del premio.

Melania G. Mazzucco, nel raccontare la genesi del suo libro su Plautilla Bricci, pittrice, artista e “architettrice” nella Roma del Seicento: “Ho cercato di scoprire chi fosse stata quest’artista, romana come me, di cui si è persa completamente la memoria. È stato un lunghissimo viaggio alla ricerca di una donna perduta dalla vita segreta ed elusiva, che è riuscita a realizzare un sogno prima di tantissime donne, a immaginare e costruire con la pietra qualcosa destinata a durare”.

A Piero Trellini, con La partita (Mondadori), va il Premio Mastercard Letteratura Esordienti.

“l libro di Trellini non è un libro sul calcio, è un libro su una storia umana straordinaria, perché è una storia che riguarda la fiducia” dichiara Emanuele Trevi, presidente della giuria.

“Ho voluto esplorare un frammento infinitamente piccolo della storia umana: lo spazio occupato nel tempo da un incontro di calcio e per farlo, invece di rievocarne l’impresa epica, ho scelto di concentrarmi sulle origini di tutte quelle storie individuali” Piero Trellini

I vincitori sono stati annunciati al termine una votazione molto appassionata.


Ecco i risultati finali:

Premio Mastercard Letteratura

Melania G. Mazzucco, L’architettrice (Einaudi) 62 voti

Ermanno Cavazzoni, Storie vere e verissime (La nave di Teseo) 56 voti

Matteo Cavezzali, Nero d’inferno (Mondadori) 42 voti

Romana Petri, Figlio del lupo (Mondadori) 39 voti

Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza (Mondadori) 35 voti


Premio Mastercard Letteratura Esordienti

Piero Trellini, La partita (Mondadori) 78 voti

Marta Barone, Città sommersa (Bompiani) 53 voti

Fabio Bacà, Benevolenza cosmica (Adelphi) 51 voti

 

Melania G. Mazzucco, alla quale viene conferito un premio di 10.000 €,  ha scelto di devolvere il riconoscimento speciale di 50.000 € alla Caritas Italiana. Il Premio Mastercard Letteratura nasce infatti con una vocazione solidale - in un momento in cui la solidarietà è più importante che mai – con l’intento di sostenere delle buone cause e contribuire a creare una società più sostenibile e più inclusiva.

“Per coerenza con tutto il mio lavoro, anche personale, di questi anni ho deciso di devolvere interamente questa somma alla Caritas che è radicata nel territorio italiano e da sempre lavora per appianare le disuguaglianze,  cercare di dare un pasto o un tetto a quelli che non ce l’hanno, aiutare i bambini a studiare” commenta Melania G. Mazzucco.

“La letteratura è anche una scoperta e deve essere fatta in grande libertà, ma insieme alla libertà c’è un altro aspetto che ci caratterizza come cittadini che è quello della responsabilità. E noi abbiamo voluto unire queste dimensioni, della bellezza, della libertà, anche con quello della solidarietà, cioè della fratellanza” aggiunge Sebastiano Nata, giurato del premio.

A Piero Trellini va un riconoscimento di 3.000 €. Verrà inoltre sovvenzionata la traduzione del suo romanzo La partita (Modadori) in lingua spagnola.

“Sono molto contento anche perché naturalmente la Spagna è il paese organizzatore del Mondiale di cui parla il libro e quindi mi sembra che sia la lingua perfetta, la sede ideale di questa storia” - dichiara Piero Trellini.

La cerimonia di premiazione, coordinata dalla giornalista Eva Giovannini, si è svolta online sul sito ansa.it. Sono intervenuti in video, insieme ai vincitori, i giurati Donatella Di Cesare, Marco Lodoli, Dacia Maraini, Sebastiano Nata ed Emanuele Trevi preceduti da un saluto iniziale di Michele Centemero, Country Manager Italia di Mastercard.

“In questo momento di stretta e di chiusure aver trovato l’energia per dar vita un premio che proponga qualche bel libro è un segnale di controtendenza che va colto con simpatia e affetto” Marco Lodoli, giurato del premio.

“Non è scontato che un premio metta a disposizione una cifra considerevole per aiutare chi aiuta. Non parlerei tanto di beneficenza ma di ripristinare una giustizia sociale nelle moltissime disuguaglianze che ci sono in questo momento” Donatella Di Cesare, giurata del premio.

La giuria completa del Premio Mastercard Letteratura è composta da Emanuele Trevi (presidente), Carlo D'Amicis, Donatella Di Cesare,  Angelo Ferracuti, Maria Ida Gaeta, Filippo La Porta, Marco Lodoli, Carlo Lucarelli, Annamaria Malato, Dacia Maraini, Sebastiano Nata,  Sandra Petrignani, Antonio Spadaro.