Salta al contenuto principale

Non proprio un appuntamento

Non proprio un appuntamento

Jack Morrison, figlio del noto proprietario dell’omonima catena di hotel, detto “More”, cioè “più” (“più soldi, più donne e più tempo”), è con gli amici di sempre all’addio al celibato di Dean, il primo dei quattro a convolare a nozze. Ultimo viaggio da single, senza donne a cui dare spiegazioni per una sbronza colossale. Jack ha appena troncato un storia con Heather, interessata più al suo portafoglio e al silicone che all’amore. Desidera solo essere amato semplicemente per quello che è. A Jessica Mann è assegnato il tavolo dodici: quattro zoticoni di ritorno da più di una giornata di bagordi. Uno sguardo, uno solo, ed è subito attrazione tra Jack e Jessica. Un’attrazione da escludere completamente anche solo come possibilità remota: Jessie sta cercando un uomo solido, affidabile, che dia stabilità alla sua (purtroppo precaria) vita. Alla sua e a quella di suo figlio Danny. Quella sicurezza che certamente un cowboy squattrinato come Jack non potrà mai darle. Ma Jack non molla, si finge cameriere e coinvolge amici e dipendenti in questa colossale farsa. È sempre pronto a darle una mano e non si tira indietro mai. La conquisterà: è deciso a non lasciarla andare. Anche quando arriva Brad e tutto pare complicarsi. Ma le bugie, si sa, hanno le gambe corte…

Opposi ai palpiti del cuore non è possibile. Inevitabile e ineluttabile è l’amore. E l’amore, quello che non si può comprare in alcun modo, trionfa. Un amore pieno di ostacoli, fatto di batticuore e passione. Ci sono tutti gli ingredienti per un romanzo strappalacrime e sospiri. Mieloso e sdolcinato. Ma anche spiritoso e divertente. Un romanzo che narra (utilizzando un continuo cambio di prospettiva che alterna i punti di vista dei due protagonisti) soprattutto l’innamoramento, quella fase esplosiva (durante la quale tutto può accadere) che precede una relazione. Una storia a metà strada tra Pretty woman e Cenerentola, che ricorda la storia d’amore tra Richard Gere e Debra Winger in Ufficiale e gentiluomo. Il lieto fine è assicurato ma il racconto non termina qui: l’epilogo apre ad un’altra storia, quella tra Katelyn e Dean (rispettivamente la sorella e il migliore amico di Jack). Non proprio un appuntamento è, infatti, il primo romanzo della serie romantica “Not Quite” pubblicato per il lancio dalla nuova casa editrice Amazon Crossing, nata nel 2010 con lo scopo di promuovere a livello globale il meglio del self-publishing internazionale, legando la scelta alle preferenze espresse in Rete. Dal digitale dritto al cuore.