Salta al contenuto principale

Pablo - L’arte dell’amicizia

pabloarteamicizia

Si prospetta una lunga, noiosa estate per Jen: pochi amici, nessuna voglia di uscire di casa e nemmeno di leggere un libro (li ha già letti tutti). A meno che un imprevisto, sotto forma di cane senza guinzaglio e con un cestino tra i denti, non si materializzi proprio davanti alla veranda dove è solita trascorrere il tempo, guardando fuori dalla finestra. Jen lo segue e scopre che è diretto al centro commerciale di Redhart Sud. Il cane ha una lista della spesa nel cestino, insieme ad alcune banconote. Entra in un negozio, dove è un cliente conosciuto, e compra ciò che occorre al suo padrone. Fa una piccola deviazione in gelateria, dove la proprietaria gli offre qualche assaggio di gelato, poi prosegue in libreria. Da “Attenti al libro!” si tiene un corso di pittura e storia dell’arte dedicato ai bambini e frequentato da alcuni compagni di scuola di Jen. Quando il cane si presenta all’ingresso, con la ragazzina al seguito, immediatamente si crea un equivoco: tutti pensano che Jen sia la padrona di Pablo, come verrà presto chiamato, e siccome le coincidenze non sono mai tali, Pablo diventa il modello a quattro zampe del corso di pittura. E giorno dopo giorno, la vera star del quartiere. Ma chi è il vero padrone di Pablo? Come mai il cane si aggira sempre da solo per la città, senza però dimenticarsi mai di Jen e del loro appuntamento alla libreria del quartiere?

L’amicizia è proprio la migliore delle scoperte, anche quando si realizza tra creature appartenenti a specie diverse, come un cane e una ragazzina. Si tratta poi di una condizione contagiosa e ricca di conseguenze, infatti capita spesso che una volta trovato un amico… se ne conoscano altri! Ma come spiega il sottotitolo di questo fumetto, l’amicizia è soprattutto una forma d’arte, in quanto richiede cuore aperto, ma anche impegno, dedizione e sincerità. A proposito: quanto si può portare avanti una bugia, seppure nata senza intenzione, prima che rovini tutti i vantaggi che in apparenza ha procurato? Dall’autrice indonesiana di Pie in the Sky e Fly on the wall, ecco un fumetto al quale non manca nulla: troverete colori, contorni dal tratto marcato, sicuro, una storia che si dipana con grande equilibrio, temi affrontati con chiarezza e delicatezza. Remy Lai, che adesso vive e lavora in Australia, è abituata a scrivere e disegnare in costante compagnia dei suoi due cani, che immaginiamo debbano aver molto apprezzato questa storia. Piacerà anche a voi lettori, specialmente se avete un debole per le storie che abbiano come protagonisti gli animali (non umanizzati, anzi ben delineati nella loro deliziosa bestialità!). Dagli otto anni circa, è consigliata la lettura condivisa con gatti, cani, criceti e pesci rossi.