Salta al contenuto principale

Pensaci prima

Pensaci prima

La longevità è il nuovo obiettivo dell’uomo più ricco del mondo: pare che Jeff Bezos abbia finora investito tre miliardi di dollari nella start-up Altos Labs Inc. al lavoro sull’ambizioso programma di bloccare o addirittura invertire l’invecchiamento umano. Nella trepidante attesa che gli scienziati di Altos Labs trovino un metodo sicuro ed efficace per riprogrammare le nostre cellule, non dobbiamo perdere l’occasione di andare verso una longevità sana preservando giorno dopo giorno la nostra salute. In quest’ottica entra in gioco la Medicina di Precisione, basata sulle quattro “p”: personalizzata (ogni paziente deve essere trattato come individuo unico), preventiva e predittiva (conoscendo la propria matrice ereditaria ciascuno può capire come assecondarla o gestirla), partecipativa (non c’è solo il medico che prescrive ma anche il paziente che può intervenire per proteggersi). Avvalendosi dell’analisi genetica e della disamina di tutti i segni che il corpo invia nel corso della vita, la medicina di precisione individua i rischi ereditari/ambientali ed opera per contenere la probabilità di contrarre malattie, molto prima che queste si manifestino. Perché molte volte i sintomi hanno cause lontane, controintuitive e ricercarle è la chiave per "giocare d’anticipo" e permettere a ciascuno di cogliere l’opportunità di vivere a lungo e in salute; è questo messaggio che vogliono tramettere gli otto casi raccontati in questo volume, svelando un innovativo approccio medico che valorizza una visione funzionale e sistemica del singolo paziente e che utilizza la Nutrizione Funzionale come strumento essenziale per prevenire o risolvere gli stati infiammatori cronici che minano la salute...

Sara Farnetti è specialista in Medicina Interna e PhD in Fisiopatologia della Nutrizione e del Metabolismo. Non solo è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative sui temi dell’educazione alimentare e dell’aspetto funzionale della nutrizione umana, ma collabora anche con diversi quotidiani/periodici nonché con trasmissioni radiofoniche/televisive e cura il regime alimentare di diversi personaggi noti. In Pensaci Prima racconta otto casi clinici fittizi ma rappresentativi della sua esperienza clinica e soprattutto funzionali a descrivere l’approccio alla diagnosi e cura adottato dalla Medicina di Precisione. Protagoniste persone che mostrano una serie di sintomi apparentemente opachi e contraddittori ma che - ad uno sguardo libero da pregiudizi - sono non solo chiarissimi ma anche affrontabili e risolvibili con l’approccio della Medicina di Precisione e con un’alimentazione funzionale modellata sull’identikit del paziente unita a specifici supplementi e consigli di stile di vita. Abbiamo la storia di Luca (48 anni) con una tachicardia che viene da una disfunzione della motilità della colecisti, quella di Noemi (40 anni) preoccupata dalla genetica della sua famiglia che fa presagire problemi in età tutt’altro che senile, quella di Simone (42 anni) appesantito da una pancia sempre gonfia e dalla sensazione di non digerire nulla che gli fanno pensare di soffrire di una qualche intolleranza, quella di Sofia (35 anni) incinta che nonostante sia solo al quarto mese si sente già stanca e gonfia... Storie di persone che potremmo essere noi accomunate dal desiderio di stare bene e dalla scelta di non trascurare i sintomi che le allontanano da questo stato ideale; raccontate in prima persona e con uno stile semplice, hanno la capacità di far sentire il lettore coinvolto e vicino al paziente nonché guidato a capire le cause dietro ai sintomi e la strategia per estirparli alla radice, non sopirli. Una lettura piacevole, tuttavia da non intendere come sostitutiva della valutazione medica specialistica dei propri eventuali malesseri.