Salta al contenuto principale

Più veloce di tutti

Più veloce di tutti

La lepre corre a perdifiato nel bosco ma si annoia, perché correndo da sola non può dimostrare a nessuno quanto è veloce. Alla domanda “Chissà se c’è qualcuno che vuol fare a gara con me” risponde una tartaruga e la lepre, sbeffeggiandola, le propone una gara fino alla fine del bosco. La lepre, in un battibaleno, è in vantaggio rispetto alla lenta tartaruga e in breve si ritrova a correre di nuovo da sola. Poco dopo la lepre incontra un ranocchio, che accetta la sfida e la corsa diventa molto avvincente finché non trova di meglio da fare quando, all’improvviso, intravede una principessa; la lepre continua la sua corsa, di nuovo sola, e nel tragitto si uniscono a lei un gatto che ad un certo punto si ferma ad ammirare delle scarpe, un lupo che cambia strada quando scorge una bambina vestita di rosso, tre orsi, due bambini che si sono persi e una principessa che quasi alla fine della gara cade addormentata. A quel punto anche la lepre comincia ad essere stanca e soprattutto delusa e, a pochi metri del traguardo, si abbandona ad un pisolino. La stessa cosa accade a tutti i concorrenti della gara, tranne alla tartaruga che, con lentezza e pazienza sta attraversando il bosco addormentato...

Lo diceva Esopo nella favola La lepre e la tartaruga: mai sottovalutare gli altri avendo la presunzione di essere migliori con la pazienza e la perseveranza si raggiungono i propri traguardi. Eva Montanari, autrice e illustratrice pluripremiata, in questo albo gioca con le fiabe classiche in modo originale e combinando perfettamente il linguaggio narrativo con quello delle immagini. Le illustrazioni, infatti, raccontano quasi più del testo stesso, a partire dalla copertina, che già svela al lettore quali saranno i personaggi che incontrerà in questa storia: la lepre, in testa alla lunga fila che attraversa il bosco, è seguita da una principessa, tre orsi, dei bambini, un gatto, un lupo, una tartaruga e, a chiudere, un principe a cavallo. E poi, durante il racconto, sono le illustrazioni che completano il testo, raccontando cosa accade ai vari personaggi quando decidono di abbandonare la gara con la lepre: il ranocchio ha adocchiato una principessa che forse ha voglia di dargli un bacio, il gatto è rimasto catturato da un bellissimo paio di stivali. La lepre è un animale distratto, che ha in mente solo di correre e di vincere, non si accorge di ciò che le accade intorno; diventa compito del lettore, sicuramente più attento e meno frettoloso riconoscere Cappuccetto Rosso, il Gatto con gli stivali, Hansel e Gretel e tanti altri personaggi di celebri fiabe. Un albo divertente da leggere a voce alta, per giocare con i bambini e per fare una corsa sfrenata tra le fiabe classiche. Ma poi, chi ha vinto la gara?